Aria di estate… Sapori biancoverdi…

Il nostro meraviglioso popolo, qui ritratto alla grigliatona di primavera nel terreno del Patron (62 anime giardiniane presenti… una roba da urlo…), archiviata la non felicissima stagione regolare, si trasferisce a Castello, e, a breve, anche alla Festa Biancoverde, che causa Covid è mancata per due anni, pronto ad affrontare la versione castellana del Torneo Senza Fiato, con tesserati Figc non ammessi, che avrà inizio tra due mercoledì, il 01 giugno. Intanto è stato organizzato un interessantissimo test amichevole contro gli storici rivali del Rifredi 78. Cecchi & Co. affronteranno i nostri mercoledì 25 maggio alle 20:30 proprio nella sede dell’Atletica Castello. Per l’occasione i nostri saranno al gran completo a parte il lungodegente Dimita e Bottai, che si è defilato dalla pota GVL favorendo il rientro di un evergreen Manetti. Talmente tanta abbondanza che sia Valiani che Sborgi sono stati chiamati ad osservare il loro secondo turn-over stagionale. Chiudiamo questa breve introduzione al nostro attesissimo periodo estivo porgendo i nostri migliori auguri di buon compleanno al grande Mister Gianluca Lunardi, tifosissimo GVL, che festeggerà domani, lunedì 23 maggio; e soprattutto con un GRANDISSIMO ABBRACCIO DI CONGRATULAZIONI alla coppia Caci, che ha confidato al nostro popolo, proprio durante la grigliatona della foto di copertina, l’importantissima lieta attesa. APPLAUSI SCROSCIANTI.

Tutto pronto per la maxi-grigliata GVL

L’abbuffata di ciccia vissuta a casa Patron lo scorso sabato, e questa immagine ne è testimone, fu un momento assai godereccio… Ma davvero nulla a confronto di ciò che attende il nostro mondo tra poche ore. Tutto pronto infatti per la maxi-grigliata di dopo-domani, sabato 14 maggio… Nel terreno del Patron, i giardiniani presenti, sfioreranno le 60 unità (il numero ufficiale dovrebbe oscillare tra le 51 e le 57 anime…), contando tutti, dai pargoli ai loro genitori, agli amici tifosi GVL che si uniranno con entusiasmo. Dalle ore 12:30 circa sarà servito l’aperitivo omaggio del Patron… Salvo sorprese dovrebbe essere il Transylvania Dracùla, fresco, estivo, dissetante… Poi via alla mangiata grazie alla tanta gustosa ciccia acquistata dal Caci, che dalle 7 del mattino griglierà coadiuvato da altri due eroi, Valians e Steo Dimita!! In queste ore il popolo Gvl si sta organizzando su chi porta cosa e, ne siamo certi, alla maxi reunion non mancheranno prelibatezze, né da mangiare, né da bere, come la birra in fusti che sta fornendo in quantità industriale il buon Fabio Liuti. Si sa a che ora si parte, ma non c’è un orario di chiusura, come da consuetudine… La grigliatona GVL sarà l’occasione per brindare ai recenti 40 anni del bomber Lamioni e agli altri compleanni appena passati un po’ troppo in sordina, sarà finalmente l’opportunità di rivedere chi, per pandemie o postumi da pandemie, non si vede più tanto spesso, ma sarà anche il momento in cui la squadra, appena volata fuori dalla Top Easy, dovrà decidere quale torneo estivo fare. Il presidente Antonelli verrà preparato sull’argomento. Per quello che riguarda il campo, i Giardini proveranno a continuare a giocare ogni mercoledì, magari con qualche amichevole, prima dell’inizio dei tornei estivi… Mentre la nostra cantera ufficiale, il Castello 2007, ormai in vacanza con la testa, prosegue comunque i suoi tornei, entrambi molto tosti… Domenica mattina alle 09.15 Massy & co. saranno di scena a Montelupo per la finale del terzo/quarto posto, contro una squadra del pisano tra Forcoli e Bellaria Cappuccini… Ancor più tosta lunedì sera ore 21, quando i nostri esordiranno al torneo di Casellina, il Melarancio, contro una delle più blasonate squadre elite… La Lastrigiana… Diamo tutto ragazzi, che dopo i tornei si vola a Barcellona per il gran finale di stagione!!

In partita solo un tempo. Ciao ciao Top

Maledetta finale di Coppa Italia… La passione interista priva i Giardini di bomber e Chino, in un momento in cui la squadra deve fare a meno anche di Dimita… Un disastro al quale si aggiunge il problema di Sborgi (auguroni di pronta guarigione a Leo!!)… I Giardini arrivano a dir poco scarichi, soprattutto in zona goal, al match che doveva valere l’accesso alla fase finale ad eliminazione diretta… Magra consolazione, in realtà il match non vale assolutamente nulla, perché la schiacciante vittoria del Cameloth sul SanGaggio, immediatamente prima che i nostri entrassero in campo contro i Nobili di Montepulciano, elimina di fatto matematicamente i Giardini dalla competizione. Si gioca per la gloria quindi, ma i ragazzi ormai sono al campo e ci tengono come al solito ad onorare l’impegno. In panchina per la prima volta un Nicola Matera lasciato solissimo alla casella dirigenti. Il quintetto iniziale gira davvero a meraviglia. In porta troviamo Pieri, reclutato data l’emergenza, che giostrerà da assoluto migliore in campo. Dietro Frosini in regia, che poi è anche l’unico in grado di ricoprire quel ruolo vista la selva di indisponibili, anche tra chi viene meno. Ai suoi lati un ritrovato Matera e Sinameta, mentre davanti agisce l’esperto Patron, capitano per l’occasione. I Giardini giocano d’attesa, chiudendo ogni varco ai rivali e stroncando la loro manovra sul nascere. In questa fase risultano davvero pregevoli le continue incursioni di Frosini, ben coperto dai suoi compagni, utili per togliere ai rivali qualsiasi punto di riferimento. I nostri giocano di gran lunga meglio degli avversari e meritano il goal del vantaggio a firma Sinameta. Con trascorrere dei minuti però cala la benzina, soprattutto nei due anziani, ma anche in un Matera ancora non al top atleticamente. Bottai, fuori dai pali vista l’emergenza, entra e fa il suo. Meno bene Valiani e Fiacchi che non sembrano dare l’apporto sperato. Il calo generico di condizione e la giornata storta di un paio di giardiniani, presto fanno pendere l’ago della bilancia verso i rivali, che pervengono al pareggio (non benissimo Fiacchi nell’occasione) e chiudono in netto dominio la prima frazione, non andando in vantaggio solo grazie alle grandi prodezze di Pieri. Nella ripresa i Giardini tornano a convincere, ma stavolta il buon momento dura si e no cinque minuti. E’ in questo promettente avvio che Sinameta coglie in pieno un palo che forse avrebbe potuto cambiare le sorti del match. Dopo il legno colpito, i Giardini escono gradualmente dal match ed inizia il tracollo. Sul 2-1 rivale forse Pieri poteva far meglio, ma siamo convinti che non veda neanche partire il pallone, perché coperto dai suoi compagni. Invece netto lo svarione di Fiacchi in fase di possesso, che regala di fatto il 3-1… Un goal che sa un po’ di sentenza. Nel finale i Nobili di Montepulciano finiscono per dilagare, prima con un rigore concesso davvero molto generoso da parte del direttore di gara, e poi con una dormita di un Bottai davvero tarantolato fin qui, ma ormai arreso pure lui. Il 5-1 finale appare oltremodo ingeneroso, soprattutto per i lunghi tratti di partita in cui i Giardini se la sono giocata alla pari o addirittura meglio dei blasonati rivali, nonostante l’emergenza. Grazie alla vittoria sui Giardini, i Nobili superano quel SanGaggio che tanto ci aveva umiliati alla prima partita, e lo eliminano a sua volta dal torneo. Passano quindi FutsalBar, Cameloth, Klan e Nobili. Quattro degli otto giardiniani di serata, decidono a quel punto di trovare almeno la consolazione della gola e si recano al Rugbier per assistere ai tempi supplementari di Inter-Juve, davanti a quel bellissimo cibo spazzatura da pub e a boccaloni di birra di un litro… TOPPISSIMO….

In gioco fino all’ultima giornata…

Chi lo avrebbe anche solo pensato dopo la goleada patita all’esordio contro il SanGaggio…? Ebbene, i Giardini approdano all’ultima giornata Top, ancora in corsa per la possibile promozione alle fasi finali ad eliminazione diretta… Non sarà facile, per carità, ma è ancora ampiamente possibile tutto… Mentre il Futsal rivelazione riposa e resta tranquillamente al comando con 13 punti nel girone, il Klan, secondo a 10, perde a sorpresa proprio come il SanGaggio, che raggiunge la terza piazza in solitaria e la matematica certezza di approdare alla fase successiva. Per fortuna dei nostri invece, lo scontro diretto tra le quarte, Cameloth e Nobili di Montepulciano, finisce in parità. Entrambe restano quindi a 7 punti, ancora alla portata dei Giardini, che grazie alla vittoria decisa dal giudice sportivo, approderanno a quota 5, mentre il Dram Drum chiuderà il suo girone a 0. L’ultima giornata prevede lo scontro diretto tra Giardini e Nobili di Montepulciano. In caso di vittoria i nostri quindi scavalcherebbero matematicamente gli avversari. Certo poi occorrerebbe anche sperare che il SanGaggio batta il Cameloth, ma, per quanto visto in questo girone, non sembra un’ipotesi poi così lontana. GVL-Nobili si giocherà mercoledì 11 alle 21:30 sul sintetico indoor del Viale Malta a Firenze (impianto Floriagafir). Purtroppo la cabala non sorride ai nostri, sconfitti in entrambi i precedenti contro di loro. Trattasi di squadra davvero esperta, per quello che ricordiamo, non più giovanissima, ma vera conoscitrice del calcio a 5. Il goleador Bellucci e Pieraccioni sono due individualità più che discrete, mentre il portiere non lo rammentiamo irresistibile. Speriamo non ci smentisca. I Giardini per l’occasione non recupereranno il Chino Pellegrini, mentre ci sono speranze per Matera, ancora alle prese col suo guaio al ginocchio. Lo ricordiamo poi, per Steo Dimita la stagione è già finita (problema al menisco). Verso il turn-over, se Matera recupera, Valiani, confermati invece al momento i vari Zatteri, Lamioni, Bottai, Fiacchi, Sinameta, Frosini e Sborgi. La speranza è di avere ancora mister Antonelli in panchina, uno in grado di dare sempre quella marcia in più. Chiudiamo elencando qualche data da ricordare della ricca settimana GVL che ci attende. Domani, venerdì 6 maggio, è il compleanno di Pippo Pieri. Auguroni a lui e a Guido Anichini, faro della difesa della nostra Cantera ufficiale, che festeggerà invece il giorno dopo, sabato 07. I giovanissimi regionali, salvi a campionato finito, inizieranno domenica 08, alle 09:15 del mattino, il Torneo di Montelupo, proprio contro i padroni di casa. Ma domenica, FESTA DELLA MAMMA, il nostro augurio più grande va soprattutto a tutte le bellissime genitrici del nostro nutrito popolo. Sempre domenica, ma di pomeriggio, per chi avesse voglia di danza, l’Urban Dance scalderà i suoi motori a SanCasciano. E’ in programma un super-spettacolo. Infine lunedì 09 maggio, festeggia 45 anni uno dei nostri più caldi tifosi… Ale Dotta… Auguroni anche a lui!! Ricordiamo a tutti che la grigliatona del 14 maggio si avvicina… Sono chiuse le iscrizioni… Ampiamente sfondato il numero delle 50 presenze… L’orda GVL… Pauraaaaaaaa.

I poeti decadenti…

Oltre 25 anni di calcetto e non smettiamo davvero mai di stupirci… Quella che passerà alla storia come la serata dei POETI DECADENTI probabilmente non avremmo mai voluto raccontarla, ma nel nostro amato mondo accade anche di questo. Cerchiamo di non entrare nel merito né delle decisioni arbitrali, né del confine che passa tra goliardia, della quale gli avversari di turno del Dram Drum sono campioni indiscussi, e maleducazione… Ci limitiamo alla cronaca… In una sesta giornata fondamentale per i Giardini, per restare attaccati al treno qualificazione, con un solo risultato a disposizione ed una squadra davanti, seppur incredibilmente a zero punti nel girone, lo sappiamo, davvero tosta e capace di rinnovarsi ogni anno con giovani campioncini in erba davvero interessanti, la gara si rivela subito intensa, ben giocata, tirata, molto equilibrata. I Giardini, impreziositi dalla presenza della famiglia Pieri al gran completo a bordo campo, sono diretti dall’ottimo mister Antonelli, che a un certo punto sveste addirittura i panni del tecnico indossando i calzoni corti pronto ad entrare in caso di tiro libero… Una roba che non avrebbe avuto precedenti nella nostra storia, ma che purtroppo non accadrà… In campo sfilano tutti, dal giovane Fiacchi, al neo-quarantenne bomber Lamioni. E tutti giostrano assai bene, sbagliando pochissimo. Proprio Fiacchi prima e Frosini poi, riescono discretamente bene a contenere il fenomeno rivale, che l’ultima volta fece i Giardini a fette. Due brevi ma intensi cammei per un Pieri ingaggiato addirittura come nono e per il Patron, che in fascia, contro giovincelli del genere, dura assai poco. Bene anche Sborgi, Valiani, Bottai, Sinameta… Ai Giardini manca solo il goal. Poi, come un fulmine a ciel sereno, la serata di calcetto finisce di botto. Viene fischiata una simulazione ai rivali (in caso di fallo sarebbero andati al tiro libero), l’ “accusato” non la prende benissimo e rimedia un giallo, che dà il via ad un’escalation di roba che col pallone c’incastra assai poco. Due dirigenti del Dram Drum alzano i toni del dibattito e ricevono il cartellino rosso, ma non abbandonano la panchina. L’arbitro si vede costretto a fischiare anticipatamente la fine. Il memorabile discorso di un loro veterano sui “poeti decadenti” è stato davvero la perla, utile per sdrammatizzare un momento in realtà assai deprimente… e lo ricorderemo per sempre… Per il resto non sarà certo una serata da tramandare. Le squadre restano in campo, provano a giocare un po’ autogestite tra se’, addirittura a ranghi misti, ma ormai la magia di una bella serata di calcetto è svanita. A prescindere da tutto, visto che i nostri hanno assistito inermi a tutto questo, senza mai fiatare, ci aspettiamo che venga ratificata quanto prima una vittoria a tavolino, che noi diamo assolutamente per scontata. Non servirà a restituirci una serata mancata sul campo, ma perlomeno terrà i nostri in corsa per la fase ad eliminazione diretta, fino all’ultimissima giornata. Se la partita non ha dato i frutti sperati, lo stesso non si può dire dell’usuale memorabile post-match. Nonostante l’ora tarda, ben 8 dei nostri si dirigono alla pizzeria napoletana A’Puteca e si sfondano di alici fritte e pizze veraci. I fiumi di birra che accompagnano le delizie locali servono per onorare il recentissimo 40esimo compleanno del bomber Lamioni, oltre al meno eclatante ma oltremodo citabile 41esimo del presidentissimo. All’uscita dal locale, belli gonfi, i nostri realizzano anche il superamento della mezzanotte… E’ dunque il 05 maggio… L’Hasim Day… E il portierone dei Giardini viene omaggiato di un video-coro davvero partecipato… Questo si… Resterà nella storia…