Il punto sul campionato… Capolista verso il turno di riposo

I Giardini di via Locchi fanno 5 su 5 e difendono la vetta della classifica a punteggio pieno. Stavolta in quel di Novoli, sotto i colpi giardiniani cade il Vodka Juniors. Mattatore Brunald Mataj (qua nell’immagine copertina con il grande Valiani), autore di una pregevole tripletta che lo porta a quota 6 reti nel torneo, appaiato ai compagni di squadra Sinameta e Chino Pellegrini, tutti nella TOP TEN dei superbomber. Dietro i nostri tiene al momento il passo solo il Real Madrink, distanziato di 3 punti a causa di quell’unica sconfitta, patita proprio contro i Giardini. In questo quinto turno il Real, contro ogni pronostico, supera in goleada 6-1 il forse più quotato San Donato Park Rangers, soprattutto grazie al Bomber Giannelli, autore di una doppietta e nuovo capocannoniere del torneo. Per il San Donato inutile il goal del solito Ambrosio. Terza piazza a braccetto a meno 6 dalla vetta, per i temibili Bulls C5, che riposano, e per i Sant’Angelo Roosters, che vincono contro il Campone United al termine di un avvincente 4-3. Per i prossimi avversari dei Giardini, mattatore di serata, bomber Gabrielli, che sta scalando posizioni nella classifica marcatori. Folto il gruppone delle squadre a metà classifica. A 6 punti troviamo infatti le deluse Campone e SanDonato, il deludentissimo Ragnaia, che perde addirittura col New Prognosi Riservata che era a 0 punti (l’assenza di Langone non sembra colmabile…), ma anche l’SS Firenze ASD, il prof e i suoi alunni, in ascesa dopo la bella vittoria per 5-1 contro l’FC Sercenze. A secco però la stella Raugei, che permane comunque sul podio dei bomber. 3 punti per New Prognosi e Vodka Juniors, unica squadra ancora a secco di punti, in un campionato che non conosce la parola pareggio, l’FC Sercenze. Si ricorda a tutto il nostro popolo che nel prossimo turno, sesta giornata, i Giardini di via Locchi riposeranno. Ci vedremo direttamente per il settimo turno martedì 20 dicembre nell’impianto indoor della Sestese, ore 22:30, appunto contro i tosti Sant’Angelo Roosters, che nel frattempo potrebbero essere saliti a meno 3 dai nostri. Ma per la presentazione di tale match c’è tempo, saremo aggiornati più avanti. Della settimana GVL che ci attende invece occorre ricordare l’importantissima data di sabato 10 dicembre, giorno di compleanno per la nostra Giulietta Pieri e, udite udite, 18esimo del nostro Fiacchino, che diverrà così maggiorenne. Auguroni ad entrambi!! Chiudiamo con un consiglio per gli amanti del calcio giovanile… I giovanissimi regionali del nostro Patron ospiteranno al Pontormo il Firenze Ovest domenica 11 dicembre ore 10:45. Sfida salvezza davvero da non fallire!! Accorrete numerosi!! Ci servirà un gran tifo… Intanto mancano soltanto 11 giorni per l’attesissimo rientro in campo del nostro Massy…

700 volte Manetti👏🏻👏🏻👏🏻

I Giardini di via Locchi sbancano il Barco con una goleada inflitta al modesto Vodka Juniors, che permette ai nostri di continuare a comandare la classifica a punteggio pieno. A dispetto del 7-1 finale però, e dell’evidente valore inferiore dei rivali di turno, la gara è stata tutt’altro che agevole e non sono mancati reali momenti di difficoltà. Se i Giardini hanno liquidato in modo così netto gli avversari in questione, lo devono soprattutto a tre elementi le cui prove sono state davvero straordinarie… Ci riferiamo al bomber Bruno, colui che di fatto stronca il terpore di una gara piuttosto bruttina, a suon di giocate da campione vero, al portierone Manetti, alla 700esima gara in GVL, autore di autentiche prodezze balistiche tra i pali, e ad un altro 44enne, Frosini, che nel momento più difficile della gara mette in scena una delle più spettacolari reti dell’intera storia del club… Un club che è alla 27esima stagione di vita eh… Ma andiamo con ordine. I Giardini si presentano a Novoli privi dei play Chino Pellegrini e Antonelli, con capitan Maschio infortunato e in panchina nelle vesti di mister a fianco a Valiani (turn over per lui), e con una brutta tegola dell’ultim’ora… Fiacchi non sta bene ed abbandona i suoi ad appena due ore dal match. La società miracoleggia e riesce a reclutare proprio in extremis, il fortissimo Cristian Bagou, con appena una presenza alle spalle in maglia giardiniana, che arriva però al campo con grave ritardo (pare gli sia stato comunicato orario sbagliato…)… Il primo tempo scorre in rara bruttezza… Il campo è bagnato, gli avversari giocano in modo improvvisato e molto imprevedibile, i Giardini, consci della propria superiorità, di fatto non giocano a calcetto, ma cercano inutili singoli picchi di gloria… Fatto sta che se c’è una squadra che merita di passare in vantaggio, questa è sicuramente il Vodka Juniors, sfortunatissimo, che incoccia ben 4 volte i pali e che solo grazie ad uno straordinario Manetti, autore di almeno due parate incredibili in questa fase, sfoggiate a tu per tu con l’avanti rivale, non trova la via del goal. In questo clima di inatteso rischio continuo, a salvare la patria ci pensa bomber Bruno. Subentrando ad un volenteroso ma piuttosto inconcludente Patron Zatteri. Mataj porta quella potenza offensiva e quei numeri fondamentali in gare così rognose. Gallo recupera un pallone caparbiamente e lo appoggia per Mataj, che fa partire una sassata davvero imparabile per il vantaggio dei nostri. Nel finale di frazione, nel giro di due minuti, bomber Bruno raddoppia con un missile di destro da fuori che il portiere rivale non vede neanche partire e, a conferma della sua immensa serata di grazia, serve a Sinameta il pallone al bacio del 3-0 (140esimo goal in GVL per lui, che permette ai nostri, dopo un primo tempo tutt’altro che agevole, di andare al riposo in tranquillità. La ripresa si apre tuttavia con una colossale ingenuità di Bagou che, una volta perso il pallone, non rincorre l’avversario, si ferma proprio, regalando di fatto l’1-3 che per il Vodka Juniors è linfa vitale. I nostri vivono una nuova fase davvero difficile del match, vanno in confusione, con san Manetti di nuovo chiamato agli straordinari, autore di parate in serie davvero straordinarie. Per svariati minuti si gioca ahinoi a una porta… A rimettere a posto le cose, stavolta definitivamente, una gran giocata, manco a dirlo, del bomber Bruno, che lancia Frosini, con precisione e tempi giusti, lungo l’out di destra. Ciò che segue ha davvero dell’incredibile. Lo storico 21 dei Giardini, tra i peggiori e sicuramente il più nervoso nel brutto primo tempo della squadra, si porta avanti la palla col destro (col destro!!), il portiere rivale esce alla disperata e lui lo scavalca con un pallonetto di una bellezza sconcertante, calciato col destro (col destro!!)… Non ci si crede… Il goal vale da solo il prezzo del biglietto, ma non solo per la sua spettacolarità… E’ di fatto la rete che sancisce la vittoria dei nostri. Da quel momento in poi, il Vodka Juniors molla di fatto l’osso. Nel finale di gara è calcio champagne GVL… Prima un clamoroso palo colpito dall’ottimo Matera di serata, poi la tripletta del bomber Bruno che vale il 5-1 (20esima rete in GVL per lui… 2 goal a partita fin qua… Mostruoso), fino a quando può finalmente scatenarsi l’estro ancora non del tutto sopito del nostro anziano Patron, autore del punto del 6-1 (straordinario assist di Sinameta per la prima rete in campionato del Patron) e soprattutto di un assist filtrante, davvero straordinario, che premia la corsa di Matera per il 7-1 finale. C’è soddisfazione per il risultato, per la super-classifica del momento, e giusto un po’ di scorno per la cenetta di pesce programmata in zona, saltata per un problema al ristorante prescelto. I nostri ripiegano comunque in massa alla pizzeria Movida e le pinte di birra sono comunque tutte dedicate alle 700 gare in GVL del portierone. L’altro dato statistico importante di serata è la decima presenza del bomber Bruno che, come da tradizione, può essere finalmente ammesso nella chat ufficiale del nostro popolo, la CHAT GVL… Quale migliore occasione di una serata in cui ha letteralmente trascinato i suoi alla vittoria…

Direzione Novoli… Per la 700esima del portierone!

I Giardini di via Locchi scenderanno in campo per la quinta giornata del campionato Easy League fiorentino, girone Nord, martedì 6 dicembre alle ore 21:00 presso la Polisportiva Novoli, campo outdoor. La squadra è chiamata a difendere la leaderschip in classifica contro il Vodka Juniors, compagine che non vanta alcun precedente con i nostri, nella storia GVL che copre oltre un quarto di secolo. Di loro si sa pochissimo, solo che stanno stentando un po’, hanno soltanto tre punti, seppur forti di una gara in meno disputata rispetto ai Giardini che ne hanno 12. Sarà la grande serata del nostro portierone Manetti, che proprio in tale occasione vestirà per la 700esima volta la sua gloriosa numero 1!! Questo lascia presagire grande festa nel post-partita, a prescindere dal risultato… I nostri faranno obbligatoriamente bisboccia, come in questa godereccia immagine di copertina scattata ieri sera a Castello… Per l’occasione la squadra ritroverà tra i convocati Frosini, Patron Zatteri e presumibilmente anche il bomber Mataj (sarebbe la sua decima, quella dell’ingresso ufficiale nella chat GVL), mentre, ahinoi, saranno indisponibili per l’evento entrambi i play Pellegrini e Antonelli. Valiani, come prestabilito, tornerà a svolgere il ruolo di mister, per il resto sicure le conferme di Maschio, Matera, probabili quelle di Fiacchi e Gallo, mentre rischia il turn over Sinameta (in caso di squadra al gran completo, stavolta toccherà a lui). Chiudiamo con un super buon compleanno all’Alieno Sermanni, che festeggia proprio oggi, e con un consiglio per il gran calcio giovanile del fine-settimana… Per i grandi intenditori, sarà gara di enorme interesse quella dei giovanissimi regionali del Castello seguiti dal nostro Patron, impegnati domenica mattina alle ore 11:00 a Poggio a Caiano, nella tana della squadra più forte in assoluto nella categoria, seconda al momento solo alle squadre d’elite… Tantissimi i talenti in campo, pochissime le speranze di far punti per i nostri, altissimo il livello del match… Gli amanti del calcio giovanile intanto stanno facendo il conto alla rovescia per il ritorno in campo del nostro Massy… Meno 3 settimane…

Il punto sul campionato: Giardini primi sul campo e in simpatia

I Giardini continuano a comandare la classifica del campionato Easy League girone nord, con la quarta affermazione su 4 incontri disputati. Primi per meriti sul campo, ma anche per simpatia, e queste grappe passate alla panchina da Steo Dimita e Brogi, ne sono la testimonianza… Per noi valgono più della bella vittoria. Stavolta a cadere sotto i colpi dei Giardini è l’unica altra squadra alla vigilia imbattuta, il Campone United, asfaltato dalla tripletta del Chino Pellegrini e non solo (ingresso nella top Five dei bomber del campionato per il Chino). Per il Campone inutile il goal messo a segno dal solito Santarelli. A tre punti dalla vetta reggono il colpo solo in due, il Bulls C5, la forte compagine del bomber Tonelli che batte l’FC Sercenze, e il Real Madrink, che contro ogni pronostico supera per 5-0 il Ragnaia di Langone (probabilmente assente) e del capocannoniere Barresi, che resta all’asciutto. Per il Real rivelazione a segno Giannelli, attuale vicecapocannoniere con 7 reti all’attivo, ora a un goal soltanto da Barresi. Folto il gruppone delle quarte a sei punti, dove oltre al Campone spicca il San Donato Park Rangers, a sua volta forte di una gara in meno disputata e vittorioso in goleada contro l’SS Firenze ASD, dove resta a secco l’altro vicecapocannoniere Raugei, ma segna una tripletta Amine Toussi. Per il San Donato mostruosa prova di Miglietta, autore di ben 5 goal. A sei punti anche il Ragnaia ed il Sant’Angelo Roosters che supera 5-3 la New Prognosi Riservata. In coda troviamo a 3 punti l’SS Firenze ed il Vodka Juniors, che osserva un turno di riposo, ancora a zero FC Sercenze ed incredibilmente un New Prognosi Riservata che, vista la qualità dimostrata, meriterebbe ben altra posizione.

E se ne vaaaaa… La capolista se ne vaaaaa…

La capolista se ne va… Lo scontro diretto di Castello, contro l’unica altra squadra imbattuta della competizione, un derby contro lo storico giardino rivale per giunta, viene vinto dai nostri in modo netto e convincente. I Giardini sono stati in vantaggio praticamente per tutto il match e il Campone United, ci dicono privo di alcuni suoi elementi di spicco, non ha mai realmente impensierito la gran voglia di vittoria dei nostri. La serata inizia con il sentitissimo minuto di silenzio in ricordo della mamma del nostro portierone Manetti, recentemente scomparsa. I Giardini giocano ovviamente col lutto al braccio. Pronti via e sono subito i nostri a far la partita. Sin dalle prime battute, in cui mister Antonelli, convocato per la grande occasione, fa giocare il quintetto più esperto (e stagionato), sembra che i Giardini ne abbiano di più. La serata va subito in discesa grazie al primo goal stagionale del grande Valians, addirittura di destro. La sua conclusione, prende una traiettoria davvero velenosa e imprevedibile, anche grazie ad alcune deviazioni, che premiano la sua gran voglia ed il solito suo impareggiabile impegno. Un bel modo per festeggiare la sua 70esima gara in GVL. I Giardini trovano in modo fortunoso anche il 2-0, quando un corner velenoso di Sinameta, intenzionato a cercare l’incursione rapace di capitan Maschio, incoccia la deviazione di un avversario che beffa il portiere del Campone. Il capitano è in gran spolvero e, poco dopo, confeziona la perla balistica del 3-0, una rete che si inventa praticamente dal nulla… Quando il Chino Pellegrini, assoluto migliore in campo, sigla il 4-0 scherzando di fatto il portiere rivale, che si ferma a godersi la propria bella respinta su una prima sua grande conclusione, venendo impallinato da una seconda in fotocopia (rete numero 160 nella carriera GVL del Chino), i rivali sembrano calcisticamente ammazzati… E siamo ancora nel primo tempo… Forse in questa fase i nostri si rilassano un po’, soprattutto mister Antonelli, che concede giustamente spazio ai giovani, ma un po’ tutti assieme, e i Giardini cedono il pallino del gioco ai rivali, che accorciano su rapido contropiede (uscita di Manetti forse da rivedere, ma è il pelo nell’uovo di un’altra sua prova eccellente). Il Chino Pellegrini coglie un palo clamoroso, che ancora trema, poi però il Campone si porta addirittura sul -2, col suo uomo migliore, Santorelli, che beffa il pur ottimo Matera di serata, con un gioco di gambe al limite dell’area. Il mister riporta il giusto equilibrio alla squadra e la prima frazione finisce con alcune occasioni davvero clamorose di un forsennato Sinameta, che sfumano però per millimetri. La quinta rete arriva comunque nei primissimi minuti della ripresa, grazie ad un sontuoso diagonale del Chino Pellegrini, che premia la corsa vincente del Fiacchino, implacabile sul secondo palo… Un goal alla Zatteri direbbero i nostri tifosi, ma se inizia a fare questi goal un ragazzo di 17 anni, c’è davvero di che sorridere… Il Chino è incontenibile e confeziona poco dopo l’eurogoal del 6-2. Nuovo parziale rilassamento dei nostri, col Campone che di fatto non si arrende mai e, dopo un autentico miracolo di Manetti, solo davanti alla loro punta, siglano il 3-6 sfruttando un errore tattico di Sinameta. Ad infondere la dovuta tranquillità ai nostri ci pensa un Gallo sempre più in crescita, penetrando in area con le sue grandi doti tecniche e procurandosi rigore ed espulsione di un rivale… Il Chino, con incredibile potenza, può quindi trasformare la sua tripletta personale e settimo goal di serata della squadra, direttamente dal dischetto. A due minuti dalla fine, una dormita colossale dei nostri riporta sotto di tre i rivali, ma l’unica loro occasione che segue è un tiro libero calciato nel recupero, direttamente a lato… Al triplice fischio, nonostante qualche frecciatina verbale del portiere rivale, i nostri possono gioire e possono farlo con gli amici Dimita e Sborgi accorsi al campo nonostante il clima gelido… Due autentici crocerossini che si sono cimentati a rifornire la panchina GVL di grappa durante la partita. Momento storico. Segue un godereccio “pizza e birra” collettivo e davvero molto partecipato. Purtroppo ora i nostri abbandoneranno l’accoglientissimo impianto di Castello, che, per scherzi del calendario ritroveranno solo a fine marzo… Lasciamo Castello da primi della classe… Speriamo di ritrovarlo a primavera con la solita invidiabile posizione in classifica…