Presa La Capitale

 E’ successo davvero… I Giardini di via Locchi sono passati anche da lì… Roma… La capitale… E non è stata un’apparizione anonima, anzi… La squadra, nonostante l’emergenza assenze e infortuni di questi tempi, ha onorato a pieno il primo storico incontro contro la nuova squadra amica e gemellata, la prestigiosa “SELEZIONE GUARDIE VATICANE”, vincendo per 4-3, dopo una dura, combattuta e soprattutto sofferta battaglia sul campo. I 14 giardiniani partiti per la spedizione (7 giocatori, 4 bellissime wags e tre pupi), si danno appuntamento in un luogo fuori dai circuiti turistici, ma per gli intenditori famoso in tutto il mondo… La convocazione è fissata infatti per le ore 12:00 del sabato al Trapizzino in Testaccio, proprio per degustare, con grandissimo anticipo rispetto al match, questo succulento triangolo di pizza farcita che fa impazzire i romani… Tutti puntuali, tutti eccitati e pronti a questa nuova avventura, tranne il presidente Bandini, che, come da accordi, arriverà preciso per il match col suo superveloce treno speciale… Un po’ di panico per le affollate e anarchiche strade di Roma, poi tutti al Camping Fabolous sulla Ostiense, dove i Giardini allestiscono un vero e proprio villaggio Gvl, con tende, igloo e simili, atte a contenere tutte le anime arancio. Allestiti gli alloggi, via tutti nello splendido impianto piscine del campeggio, per un pre-partita di puro relax che non ha precedenti nella nostra pur fittissima storia… Vasche, giochi, idomassaggio, bevute fresche… Gli avversari, di guardia in Vaticano fino alle 17:00, vedono alcune foto e già un po’ rosicano…;-) Alle 17:00 docce e fuggi fuggi generale, c’è già il presidente Bandini al campo che attende il resto della squadra. I Giardini si radunano quindi al gran completo al Centro Sportivo LeSalle e conoscono finalmente i nuovi amici a distanza. E’ capitan Maschio che suggella l’amicizia tra le due compagini, consegnando loro un litro del nostro prodotto più prelibato… Il Limoncello Zatteri. Bomber Lamioni si presenta con la borsa al campo, ma in extremis decide di non rischiare, dato il recente infortunio muscolare. I Giardini si ritrovano in 6 effettivi, viste le assenze contemporanee anche dei vari Sborgi, Frosini, Bottai, Pieri, Viappiani e del neo-papà Antonelli. Rimaneggiati e comunque manco messi bene… Manetti e Zatteri giocano di fatto con pesanti acciacchi ancora da smaltire. La partita da subito non si presenta facile. Gli avversari sono in 5 precisi e tutti giocatori di calciotto, ma ne hanno di più… Corrono tanto, eccezion fatta per l’amico comune, il mister Luca Caravella, talentuoso, ma un po’ più fermino rispetto agli altri, costretto a giocare a causa del numero esiguo di presenti… Le guardie vaticane passano in vantaggio con merito, dopo un inizio completamente di marca loro, con Manetti che si fa un po’ sorprendere da un tiro da fuori… Ma sarà l’unico neo della prestazione dell’eroico portiere arancio, che per il resto chiude con destrezza felina ogni varco, invogliando i Giardini alla reazione. La scossa la dà capian Maschio, con un bel goal dal limite che suona la carica ai suoi. Del migliore in campo, Steo Dimita, la rete del 2-1, da due passi, dopo un’incredibile carambola di tocchi in area piccola. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, una guardia sigla con un meraviglioso tocco di spalla, il goal del 2-2… Maschio, Bandini, Manetti, tutti dormono un po’ in tale circostanza, ma davvero bravo lui ad imbastire una roba tanto sorprendente quanto pregevole. Prima della fine del tempo i Giardini tornano comunque avanti… Uno spompissimo Zatteri, tanto scassato quanto voglioso di esserci, mette al centro un pallone per Maschio, ma un difensore avversario facilita il compito ad entrambi siglando un goffo e sfortunatissimo auto-goal. Nella ripresa squadre lunghe, calano pure loro, si cerca di contenere, di non rischiare… Nell’unico calo di concentrazione del suo match, capitan Maschio si fa infilare in dribbling per il nuovo pari avversario… Il sogno di vincere a Roma parrebbe svanito… Quando proprio al 50esimo, il meno TEOlogico di tutti noi (non a caso si chiama STEO) purga le guardie con un siluro beffardo che sorprende sul primo palo il pur fortissimo portiere rivale. E’ il 4-3 tripudio… Ci sarebbe tempo anche per un quinto goal, data l’azione devastante di Bandini, che serve a Zatteri, tutto solo, una palla-goal da urlo. Ma il Patron colpisce il maledetto palo interno, forse con lo zampino mistico del loro Patron, quel Papa Francesco a cui forse 5 parevan troppi…;-) Nel post-gara cena tutti assieme come programmato, proprio all’interno del circolo, per poi raggiungere in metro il centro per una passeggiata giardiniana da Fontana di Trevi a Piazza di Spagna… Tutto molto bello davvero… Per gli Stei serata speciale, vista la bella sorpresa di marca Stea, che regala al promesso sposo, il meraviglioso spettacolo del Colosseo di notte. I Giardini di fatto rincasano tutti tardi, soprattutto i nottambuli Lamioni, Valiani e Bandini, che camminano fino a Campo di Fiori e ritorno… Ma neanche la nottata insonne e terribile (mazza quanto russa Bandini..) non impedisce alla comitiva di lasciare, puntuali, alle 10 del mattino dopo, il Camping Fabolous, per una culturale ed indimenticabile visita del centro con la guida inimitabile del dottor Paolone Antonucci (GRAZIE MILLE PER LA PAZIENZA E LA DISPONIBILITA’). Circo Massimo, Campidoglio, panorami mozzafiato, chiese, Fori imperiali, un tragitto già di per sé unico, reso vivo dalle sue parole… Terminato il culturale, i Giardini si tuffano nel cibo, presso la nota trattoria tipica romana in zona Eur “COTTO E MAGNATO”… Fave, pajata, code alla vaccinara, abbacchio, c’è tutto il clou della cucina capitolatina, che quasi si sviene dalla bontà… Ma non finisce qui… Prima di ripartire gran parte del team concorda altre due tappe culinarie speciali… Il Tempio della Grattachecca sul lungotevere… E quel Tiramisù Pompi al Ponte Milvio, che non ha certo bisogno di presentazioni… Non ci siamo fatti proprio mancar niente… Che trasferta ragazzi… Un nuovo e preziosissimo tassello nello storico e meraviglioso MOSAICO GVL;-)… Speriamo che l’esperienza si possa ripetere e soprattutto che le Guardie Vaticane mantengano la promessa e vengano a loro volta a trovarci a Firenze!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.