Una settimana difficile

Mentre tutta Italia si rintana in casa in quarantena, o comunque limita la vita pressoché in tutto, il popolo dei Giardini resta in trepidante attesa delle decisioni sul da farsi, della Federazione e in seconda battuta dello CSEN… Usiamo il condizionale quindi come mai prima e comunichiamo intanto che i nostri, la 17esima giornata del torneo, DOVREBBERO disputarla mercoledì 11, ore 21:30, sul sintetico indoor della Floriagafir (viale Malta, Firenze) contro i Gabbiani Woo Woo, squadra a lungo transitata nei bassifondi della classifica, ma da qualche turno in discreta ascesa. Di loro ricordiamo un play arretrato davvero forte, abilissimo nel gioco d’anticipo, posto all’interno di un collettivo molto fisico e d’impatto, seppur privo di eccellenti base tecniche e particolare affiatamento. La squadra dovrebbe ripresentare per l’occasione sia Sinameta che Zatteri. Permangono dubbi invece sul rientro di Byku, che potrà essere, in caso di bisogno, come al solito sostituito da Manetti, autore di parate magistrali nel match d’andata contro i Gabbiani, unico storico precedente contro di loro, vinto dai Giardini. Sicure conferme dovrebbero arrivare dal bomber Lamioni, da capitan Maschio, da Frosini e da Untaru, mentre permangono dubbi sul Chino Pellegrini, sul possibile indiziato di turnover Bandini e su Steo Dimita. Certa invece l’assenza di Sborgi, che purtroppo contro il Now FC ha riportato la rottura dello scafoide e dovrà stare fermo per un po’… In questa difficile e incerta settimana GVL che ci attende, doveroso fare comunque gli auguri a tutte le donne in vista dell’8 marzo, ovvero domenica prossima… Doveroso fare gli auguri anche a Matteo Badiali, bomber del Castello 2007, che finirà 13 anni proprio per la festa della donna… In tale giorno, alle 10:15 del mattino, avrebbero dovuto giocare anche i nostri esordienti, in quel di Ponzano, per puntellare sempre più da vicino la vetta… Ma sembra imminente lo stop dei campionati anche per loro… purtroppo…

Il punto sul campionato: cambio al vertice

Eccoci al Chiosco degli sportivi con Fabietto a leggere notizie sul nostro amato pallone… Sedicesima giornata bella tosta nella Easy League provinciale, con più di una sorpresa da raccontare… Su tutte campeggia il cambio al vertice. C’è una nuova capolista infatti, e non lo avremmo mai voluto scrivere. ASD Oba Oba supera i Giardini e si porta al comando, grazie alla vittoria in goleada sul Kanova (mattatore il solito Mancini, sempre più capocannoniere, autore di un poker) e al contemporaneo ed inatteso crollo dei Giardini contro il Now FC di Rosati e Toccafondi, autori di una doppietta a testa. Inutile per l’ormai ex-capolista la doppietta di Untaru. Ricordiamo però, che i Giardini vantano una gara da recuperare, il cui esito potrebbe stravolgere di nuovo il vertice… I nostri tifosi se lo augurano… Mantiene salda la terza posizione il Paguro’s Club che grazie soprattutto alla doppietta di Manuel Calderon, supera il malcapitato ASD Valiant. Tre punti sotto al Puguro, e nettamente in ascesa, staziona al quarto posto proprio il Now FC mattatore dei Giardini in questo turno. Chiudono i piani alti della classifica gli adesso quinti “Lenti e Macchinosi”, che, contro ogni pronostico, perdono per 2-1 contro i Gabbiani WooWoo, prossimi avversari GVL. La terza ed ultima sorpresona del turno riguarda il Carabè, attuale sesta forza del torneo, che perde addirittura contro l’ultima della classe, il The Spit, che dopo 16 giornate ancora non aveva vinto un solo match… Davvero una roba che non ti aspetti. Ora il Carabè deve guardarsi dall’Atletico Barzotto, che, dopo la vittoria sul PDM, insegue ad un solo punto. Un 8-7 rocambolesco per i ragazzi né mosci né eretti, con doppietta per Mecchella e addirittura una manita messa a segno da Morosino. Inutili ai fini del risultato le doppiette dei vari Lorenzetti, Dei e Bantoli per il PDM. Ottavo l’ASD Valiant (che ha comunque una partita da recuperare), noni quindi i Gabbiani, che superano momentaneamente proprio un PDM in netta crisi. In coda, a quota 4 punti, staziona adesso la coppia Kanova-Spit, con i primi che hanno ben due gare da recuperare. Dietro a Mancini, nella classifica dei bomber, campeggiano secondi appaiati i nomi di Armentano e del nostro Bomber Lamioni.

Un nuovo KO

Si ride e si beve al Pallaio nel post-match, ma le palle girano ancora… Brutto KO, pure piuttosto inatteso in casa Giardini, quello subito dal Now FC, squadra giovane ed esuberante, adesso anche bene organizzata, ma certo non trascendentale. I Giardini purtroppo ci mettono del loro, non girano un granché, a conferma della spia rossa che si era accesa nelle ultime apparizioni. Anche vero che non gira nemmeno la fortuna, perché di occasioni la squadra ne colleziona tante, poi, vuoi la bravura del portiere rivale, vuoi la mancata lucidità, ne vengono dilapidate in quantità industriale. Lo stesso non fanno i rivali di turno, bravi a capitalizzare quanto costruito, anche con una grossa mano da parte dei nostri, che, lo sappiamo, in serate così, si fanno diversi goal praticamente da soli… La squadra si presenta al match che di fatto costerà attualmente il primo posto in classifica, orfana degli indisponibili Dimita, Byku e Sinameta. Anche Zatteri è appiedato dal turn-over, ma presente in panchina come sempre. I Giardini passano subito, con un tocco improvviso diagonale del bomber, ben pescato dal sempre lucidissimo capitan Maschio. Ma guai ad illudersi, il Now FC, che ha ben 9 effettivi al campo, si dimostra subito ostico, rapido, ben dotato tecnicamente, e i nostri vanno presto in sofferenza… Non appaiono in gran serata soprattutto Frosini e Manetti, che non si dimostrano molto propensi ad arginare la grande esuberanza atletica rivale. Proprio il portierone GVL macchia subito la sua prestazione con una papera piuttosto incredibile, regalando di fatto il pallone ai rivali, proprio sulla linea di porta… Dall’1-1 all’1-2 il passo e breve, anche perché Untaru, che dal punto di vista atletico non ha niente da invidiare agli avversari di serata, vive una di quelle sue gare un po’ troppo individualiste e poco propense al bene collettivo… E’ a lui che scappa clamorosamente la marcatura sul doloroso vantaggio rivale… Frosini poi viene preso piuttosto di mira e, in occasione dell’1-3 si fa sorprendere davvero malamente, nonostante sia in netto vantaggio sull’avversario diretto. Un disastro insomma. Ma i Giardini si dimostrano allo stesso tempo anche bravissimi nella reazione, non demordono e danno grandi segnali di vita… A incidere in positivo è soprattutto l’ottima giornata di un mai domo Sborgi e l’ingresso del Chino Pellegrini, che prima manda con intelligenza in goal Untaru (2-3), poi colpisce in pieno l’incrocio dei pali, con uno dei suoi missili da fuori… Nel finale di frazione, proprio dai piedi di Sborgi, nasce la palla d’oro che Untaru deve solo spingere in porta. La sua doppietta vale il parziale 3-3, che infonde morale e buone speranze per la ripresa. L’ottimismo è fomentato anche dalla più bella azione del match, che i Giardini imbastiscono subito nei primi minuti del secondo tempo. Bomber Lamioni inventa per Maschio, che ha sua volta crea la palla d’oro per Frosini, che prova a riscattare la sua seratuccia portando di nuovo in vantaggio i suoi… Poi avviene però il crack che cambia di fatto la partita. Sborgi si fa male ad una mano e i Giardini perdono di colpo il più in forma della serata e anche purtroppo l’unico che provava a buttarla sul calcetto… Si torna a praticare l’uno contro uno ovunque e gli avversari non possono che ringraziare. Non si gioca di fatto più. Il nuovo pari arriva su colossale dormita difensiva del duo Frosini-Untaru… Il 4-5 lo sigla involontariamente, nella propria porta, proprio capitan Maschio, toccando su un corner rivale… Purtroppo c’è da aggiungere poco… Ciò che segue è un autentico assedio GVL, i nostri non ci stanno e soprattutto il Chino Pellegrini, che coglie un altro legno, impegna a più riprese il portiere rivale, abile a evitare il goal in ogni modo possibile… L’ultima speranza è una punizione del Chino dal limite, ma il portiere blocca il siluro con la pancia, probabilmente rimettendoci il Pancreas… Eppure, assorbe in tempo record il colpo e lancia il contropiede finale del 6-4 definitivo, sorprendendo i Giardini ovviamente più che sbilanciati. Giù il sipario… Giocato di fatto il secondo ed ultimo jolly, ora, forti di una gara in meno disputata, per coltivare sogni di gloria i Giardini devono vincerle tutte… E giocando così non è propriamente facile…

Ora adesso Now

Con questa meravigliosa immagine del popolo GVL radunato attorno ad Alice, per il suo primo compleanno in contemporanea col battesimo, si apre la nuova settimana giardiniana. I Giardini di via Locchi torneranno in campo per la quinta giornata di ritorno, mercoledì 04 marzo alle ore 21:30 presso il sintetico indoor del viale Malta a Firenze. Ora è il momento di affondare il colpo, adesso la squadra deve dare la riposta giusta, e l’avversaria in questione non può che chiamarsi NOW FC. L’unico precedente contro di loro, che risale al girone d’andata di questo campionato, fu vinto dai Giardini senza troppi patemi. Ci ricordiamo di una squadra di classe 99 e 98, dotata di invidiabile corsa, ma anche palesante assai poca esperienza, che, stando alla classifica, sta comunque crescendo… Una decina di punti divide i nostri dal Now Fc, attualmente quinta forza del campionato. Occhio soprattutto a Rosati, bomber d’argento del torneo… Ha un ottimo tiro, ma va sempre e soltanto sul destro, almeno per quel che ci ricordiamo… I Giardini di via Locchi dovranno rinunciare a Sinameta, indisponibile per l’occasione, ma contano molto sul rientro del Chino Pellegrini, che ben figurò nel match d’andata. Appaiono certe le conferme di Lamioni, Maschio, Untaru, dovrebbe rientrare anche Sborgi, mentre qualche dubbio rimane su Byku (pronto Manetti, che non brillò all’andata contro di loro però), Dimita e Frosini. Patron Zatteri continua ad esser inidiziato di turn-over, così come Bandini, qualora ci fosse il pienone, cosa che sembra assai difficile… Nella settimana GVL che ci attende da segnalare anche il compleanno della signora Frosini, un giorno davvero speciale, visto che in realtà giunge ogni quattro anni. Sabato 29 febbraio è il giorno di Chiara infatti e a lei vanno i migliori auguri giardiniani dalle pagine di questo sito. Sempre nel fine-settimana c’è molta attesa anche per il ritorno al Pontormo della nostra cantera ufficiale, il Castello 2007, che ospiterà tra le mura amiche l’ASD Santa Maria di Empoli. A Massy & co., secondi a due punti dal Gambassi, serve una vittoria per continuare a coltivare sogni di gloria… La partita si disputerà sabato 29 alle ore 17:00. Forza ragazzi!!

Il punto sul campionato: inciampa il Paguro

Mentre Diletta ci ricorda a tutti quanto sappia essere bello lo sport, prosegue il campionato Easy League fiorentino con qualche sorpresuccia piuttosto rilevante… Iniziamo però dalla vetta… La quindicesima giornata racconta infatti il ritorno alla vittoria della capolista. I Giardini di via Locchi, spinti dalla doppietta del bomber Lamioni, conquistano i tre punti contro il PDM tirando un sospiro di sollievo… Anche perché l’ASD Oba Oba, che continua ad inseguire a due punti (però anche con una partita in più disputata), è in un momento di forma pazzesco… Stavolta i ragazzi del capocannoniere del torneo Mancini, fanno a pezzi l’Atletico Barzotto con doppietta di Romeo e addirittura cinque goal di Conti. La sorpresa numero uno è rappresentata dal Paguro’s Club, terza forza del torneo, che pareggia con i Gabbiani Woo Woo terzultimi in classifica. Per il Paguro tripletta di Calderon, per i Gabbiani invece tre li segna Saliasi, raggiungendo il nostro Bomber Lamioni al terzo posto nella classifica marcatori del torneo. La sorpresa numero due la regala la quarta della classe, i temibili Lenti e Macchinosi, che perdono lo scontro diretto col Now FC quinto, subendo una goleada… Per il Now FC, prossima avversaria GVL, doppiette infatti per Casini, Chiarelli, Ignesti e addirittura tripletta per Alesci che torna nella TopTen dei marcatori del torneo, così come Potestio, autore di un’inutile doppietta per i Lenti e Macchinosi. Sesto si conferma il Carabè, che asfalta letteralmente il Kanova con le triplette di Noccesi e Contini e la doppietta di Ventroni. Prova infine a risorgere l’ASD Valiant, che grazie soprattutto alla doppietta di Tassoni batte il The Spit e si riporta in scia superando l’Atletico Barzotto ed il PDM. Più dietro troviamo i Gabbiani a 16 punti, penultimo il Kanova a 4 (che deve comunque recuperare due turni) ed ancora inesorabilmente ultimo il The Spit a 1.