Roosters alla seconda d’Apertura

Con questa gioiosa immagine di Arianna Bandini, impegnata il giorno 24 settembre con le sue tre candeline (AUGURONI ANCORA), apriamo una nuova settimana GVL presentando l’elenco dei nostri appuntamenti. La squadra disputerà la seconda gara del torneo di Apertura di questo precampionato (quarta gara di preseason) il giorno dell’11esimo compleanno della pelosissima gatta Hellas, martedì 04 ottobre, ore 22:00, sul sintentico a 5 del Castello. I nostri colori saranno opposti a quelli del Sant’Angelo Roosters, squadra ostica, che abbiamo affrontato e battuto soltanto una volta nella nostra lunghissima storia… Si tratta di un fatto assai recente, ovvero in occasione del Torneo Estivo Senza Fiato 2022. I Giardini, vincendo contro di loro, centrarono il primo posto nel girone e l’accesso alla fase finale come testa di serie. Li ricordiamo come un buon collettivo, con qualche problemuccio in fase realizzativa, ma dotato di un portiere davvero straordinario. La squadra dovrebbe vedere Manetti tra i pali e Valiani in campo in sostituzione di Zatteri, chiamato ad un turno di riposo e probabilmente dirottato al ruolo di mister. Rientreranno poi nei ranghi sia Mataj che Gallo, mentre saranno presumibilmente confermati i vari Fiacchi, Frosini e Matera, con i maggiori dubbi inerenti l’impiego di Pellegrini, alle prese con l’inizio della sua stagione a 11. L’assenza del Chino sarebbe una brutta tegola, visto che ha già bucato la porta dei Roosters due volte e che fu il migliore in campo nell’unico precedente. Pronto comunque il presidente Antonelli eventualmente per sostituirlo. Rischio turn-over alto per Sinameta, ma anche per capitan Maschio, se confermassero presenza tutti gli effettivi. La settimana sportiva che attende il nostro popolo vede però anche il passaggio della Sestese arrancante di inizio stagione, da SanGiovanni Valdarno, alle ore 15:30 sabato 01… Parliamo ovviamente del girone unico regionale under16. Il nostro Massy, da giorni influenzato, dovrà però sgomitare per riguadagnare un po’ di spazio… Forza ragazzo! Proprio il primo ottobre, lo ricordiamo, finirà 15 anni il medio di casa Matera, Tommy, che in molti danno già come sicuro erede di Manetti in GVL… I giovanissimi regionali che segue il nostro Patron saranno invece impegnati domenica 2, alle 10:45, nel derbone casalingo contro il Rifredi!! Ne siamo certi, sarà un match tutto da vivere, tra due compagini prime a punteggio pieno. Chiudiamo con un super buon compleanno al nostro fisioterapista di riferimento, il grande Enrico Paris, che festeggerà lunedì 03 ottobre… davanti ad ancora poche candeline, beato lui, ma sempre molte di più dell’Arianna…;-)

Rimonta sfumata nel recupero

Il Torneo di Apertura dei Giardini, questa formula già un tantinello competitiva adottata dalla federazione durante la fase di precampionato, inizia con una sconfitta di misura contro i tosti San Donato Park Rangers, che lascia un po’ l’amaro in bocca, per le tante occasioni sprecate dai nostri e perché maturata in pieno recupero, dopo un’altra grande rimonta giardiniana. Resta di positivo che trattasi anche stavolta di ottimo allenamento per i nostri, utilissimo con l’avvicinarsi del campionato, dove tutto sarà tremendamente più serio. I Giardini esordiscono nel torneino dando un turno di riposo a Bruno (ed in zona goal purtroppo è davvero mancato…) e senza il freschissimo neo-acquisto Gallo influenzato. Per il resto ranghi al completo con Patron Zatteri in campo e Valians nel ruolo di mister. I Giardini approcciano al match davvero bene. Valiani inserisce inizialmente molti veterani e la loro esperienza paga, gli avversari non riescono a sfondare e sono i Giardini a dirigere le danze. Sfiora il vantaggio un Sinameta inizialmente un po’ nervoso, con una conclusione eccezionale, poi Pellegrini mette Zatteri solo sul secondo palo, ma il Patron non trova clamorosamente l’appuntamento col goal. Ci prova poi Maschio, ma il portiere rivale, fortissimo, sembra davvero insuperabile. Il capitano, alla 650esima gara con i Giardini, non si risparmia minimamente nel dispensare consigli e nell’allenare mente e gambe dei suoi compagni. Ma, come spesso accade, quando il goal non arriva, la storia si complica, gli avversari prendono campo e, complice anche la serata un po’ no, dei subentrati giovincelli GVL (il neo-18enne Matera è reduce anche dai fasti dell’Oktober fest), a metà prima frazione sembra di vedere un altro match. Palo clamoroso per il SanDonato, che poi sbatte continuamente contro un Manetti apparso davvero in gran forma. Quando Fiacchi perde un pallone nella propria metà campo davvero sanguinoso, che gli avversari non trasformano nel loro vantaggio per millimetri, l’arbitro fischia la fine di un primo tempo denso di trama, ma chiuso a reti bianche. Le porte si spalancano però nella ripresa. Il San Donato passa subito in vantaggio, con un gran tiro da fuori, sul quale Manetti si supera respingendo però corto, tanto che gli avversari lo purgano in tap-in, complice la dormita della retroguardia giardiana composta al momento da Frosini e capitan Maschio. Non sempre lucido ed ispirato soprattutto il primo, alla sua 560esima in GVL (raggiunto Bandini, quinto giocatore più schierato di sempre). I Giardini, per quanto visto, non meritano di star sotto, si riorganizzano e punti nell’orgoglio ricominciano a macinare occasioni da goal. Clamoroso il palo colpito dall’ottimo Sinameta, davvero brutta invece l’occasione mancata da Fiacchi sul secondo palo, perfettamente assistito da una gran giocata di Pellegrini. Poi è Sinameta a far partire una conclusione mancina meravigliosa, che sfiora il palo di un niente. La porta rivale sembra davvero stregata e il San Donato raddoppia su una conclusione in mischia, che trova Manetti un po’ impreparato sul suo palo di competenza. Matera perde un pallone incredibile nella propria metà campo ed il 3-0 rivale non arriva per pochi centimetri… E’ il momento più difficile per i nostri, che riescono però a risorgere proprio grazie al neo-maggiorenne Materino, bravo nel deviare in rete, un diagonale sublime del migliore in campo GVL Sinameta. Il match diviene sempre più bello, combattuto ed equilibrato, in un finale ricco di pathos. Al secondo palo di serata del SanDonato, proprio allo scadere, risponde Pellegrini con una sassata mirabolante da fuori, che regala il 2-2 boato ai suoi, ed impreziosisce la sua 150esima gara con i Giardini. Ma è un fuoco di paglia. Inizia il recupero e come gli avversari battono dal centro, parte subito l’azione che trafiggerà dolorosamente la retroguardina GVL, probabilmente ancora intenta a festeggiare. Non benissimo Pellegrini, nell’occasione, ancor meno un esausto Sinameta. I Giardini possono sperare in un tiro libero, secondo quanto affermato dall’arbitro. Rientra il Patron con quell’unico scopo e si immola rimediando uno studiato quanto sofferto fallo al limite, ma l’arbitro si rimangia quanto detto prima e lo dichiara ancora una volta quinto fallo… La punizione dal limite non porterà i frutti sperati ed il risultato non cambierà… Qualche giardiniano, nonostante l’ora tarda, prova a consolarsi da Bobo con l’amato e immancabile birra & pizza del post-match, come da immagine di copertina… Ma la testa è già alla seconda gara d’Apertura, quella altrettanto tosta contro i Sant’Angelo Roosters, con i quali i Giardini hanno tutta l’intenzione di rifarsi.

Il 18esimo di Matte!

Tanti cari auguri al Materino, che oggi raggiunge la maggiore età. Proprio nel giorno del suo 18esimo (e del 13esimo della piccola di casa Patron, Viola), la federazione pubblica il calendario del Torneo di Apertura, che vedrà protagonisti i Giardini nel girone I di Castello. Anche il precampionato inizia dunque a regalare punti importanti… I nostri esordiranno martedì 27 settembre (giorno dell’ottavo anniversario di matrimonio dei nostri cari signori Berchicci…), come era prevedibile, ovviamente a Castello, alle ore 21:30, contro i quotatissimi San Donato Park Rangers, protagonisti nei recenti tornei estivi di categoria Easy. Nessun precedente contro di loro nella nostra lunga storia, si sa solo che sono tra le più apprezzate e seguite squadre della categoria. I Giardini per l’occasione concederanno un turno di riposo al comparto balcanico, Sinameta-Mataj. Un turn-over programmato e necessario, visti i rientri di Frosini (sarà la sua 560esima in GVL) e del giovane Fiacchino, oltre che alla conferma del promettente neo-acquisto Alessandro Gallo. Confermatissimi poi proprio il Materino (che sarà fresco rientrante dall’Oktober Fest), Manetti tra i pali, oltre che capitan Maschio e Chino Pellegrini, che giocheranno rispettivamente la 650esima e la 150esima gara con la maglia dei Giardini. Numeri davvero importanti. Continua infine l’alternanza tra Patron Zatteri, al rientro in campo, e Valiani, che torna al ruolo di mister. A seguire, si preannuncia la solita e partecipatissima pizzata da Bobo… Accorrete numerosi. Chiudiamo ricordando qualche appuntamento che potrebbe interessare i nostri tifosi. Domani, 24 settembre, Arianna Bandini festeggerà il suo terzo compleanno, Viola Dotta finirà sette anni (auguroni ad entrambe le pupe!!) e alle 16, gli allievi B del girone unico regionale della Sestese, ospiteranno allo stadio Torrini la fortissima compagine massese del Capezzano Pianore. Vediamo se il nostro giovane in carriera Massy, nel pieno di questa nuova avventura, troverà un po’ di spazio nel match. Calcio giovanile regionale anche al Pontormo, per gli appassionati del genere, domenica mattina alle 10:45. Per i ragazzi seguiti dal nostro Patron, i giovanissimi del Castello, ci sarà l’ostica Sales, una delle favorite per la vittoria finale del torneo… Diamoci dentro.

Che remuntada.. e che acquisto!

Seconda uscita stagionale, ancora in amichevole, ancora a Castello e ancora vincente per i Giardini, stavolta chiamati ad affrontare un’avversaria più probante, i Bulls Calcio a 5. Ecco perché l’avvincente rimonta messa in scena dai nostri, assume connotati oltremodo goderecci, pur senza una reale posta in palio. Rispetto alla prima uscita stagionale, la squadra concede turnover a Frosini e Fiacchi, lancia finalmente Capitan Maschio tra i titolari e con lui Matera. Al campo si rivede anche il buon Valians, nella sua alternanza con Patron Zatteri, che cede volentieri anche il ruolo di mister al redivivo presidente Antonelli. Ma la vera novità si chiama Alessandro Gallo, un giocatore di calcio davvero sopraffino, pronto ad unirsi alla nostra causa sin da subito. La sua qualità mette immediatamente la parola fine ai vari provini che i nostri stavano imbastendo in ricerca di un ultimo titolare. Il ragazzo (ormai oltre trentenne) è davvero un ottimo profilo, per le capacità, ma anche per la brava persona che sembra essere. Deve solo rimettere un po’ di benzina in gambe ferme da troppo tempo e calarsi nel mondo calcetto, che non è sempre una roba facile per chi ha masticato solo calcio a 11. Il suo innesto genera comunque tanto entusiasmo ed apre ad interessanti prospettive. I Bulls sono tosti. Soprattutto hanno ottimi tiratori, conoscono il calcetto e si muovono da vera squadra. L’inizio dei nostri è terribile. In pochi minuti i Giardini si ritrovano sotto 0-3 senza averci capito praticamente nulla… Manetti stavolta non c’è, o meglio in campo scende, ma il portierone sembra avere la testa altrove. Un pur volenteroso Valiani serve involontariamente l’attaccante rivale, che si decentra e fa partire il tiro della domenica praticamente da casa sua… E’ il punto del vantaggio dei Bulls, sul quale il numero uno dei Giardini poteva decisamente far meglio. Si rompe la scarpa di capitan Maschio, entra in corsa un Sinameta giunto tardi al campo e vistosamente nervosetto… E’ lui a perdersi un paio di volte il forte laterale destro rivale, e la seconda purtroppo fatale, costa il 2-0. Lo stesso capitano, che sarà il vero eroe di serata, appena rientrato in campo, si fa letteralmente uccellare dal solito attaccante rivale, che con il solito diagonale destro da zona molto defilata, beffa ancora una volta il Manetti poco reattivo di serata. Lo 0-3 iniziale e soprattutto il nervosismo di alcuni dei nostri un po’ polli nel cadere nelle provocazioni altrui (Sinameta e Mataj su tutti), non butta giù di morale comunque la squadra, che ci crede davvero, si riorganizza soprattutto attorno a capitan Maschio e a mister Antonelli, ed inizia a macinar gioco. Il primo a salire in cattedra è il solito Chino Pellegrini, che fa partire un diagonale di rara intelligenza calcistica, sul quale si avventa Mataj. L’acclamatissimo Bruno con un gesto da attaccante navigato, fa fuori il diretto avversario e trafigge la porta dei Bulls per l’1-3. Ancora il Chino, poco dopo, fa tutto da solo, confezionando la gran bordata da fuori che gonfia la porta rivale perla seconda volta. Un goal davvero beffardo viste le provocatorie parole degli avversari, sui tiri giardiniani da fuori, di soli pochi minuti prima… I Giardini comunque restano troppo fallosi, soprattutto Bruno, e al primo tiro libero concesso, i Bulls allungano sul 4-2… Anche in questa occasione, Manetti non sfoggia la sua innata reattività. I Giardini ormai sono però rientrati in partita, soprattutto i due migliori in campo, Maschio e Matera… Il giovane 2004 è rientrato dalle vacanze da giocatore di calcetto vero. I suoi movimenti esaltano le qualità di tutto il team. Proprio sul gong di frazione dà la palla, scatta nello spazio fino al vertice alto del campo, rientra a corsa sul portatore e scaraventa di prima l’appoggio ricevuto, verso l’accorrente capitano, che tutto solo, sigla il 3-4… Un’azione di rara bellezza, che tiene i nostri saldamente ancorati alla partita. Nei primi minuti della ripresa i Giardini vivono il loro momento migliore, ed è davvero sconcertante che ciò accada mentre la grande qualità del Chino riposa in panchina. Dietro si piazza il capitano, che manovra la squadra dalle retrovie alla perfezione. Ai suoi lati l’ispiratissimo Matera e Gallo, bravo soprattutto quando serve un super filtrante per un davvero caparbio Valiani, che però calcia sul portiere. Nel momento migliore dei nostri, con il classico goal fortunoso al termine di mille rimpalli, i Bulls allungano sul 5-3… Tornare a -2 a pochi minuti dalla fine… Sembra di veder calare il sipario… Ma i nostri non ci stanno e gli ultimi minuti di gara toccano picchi davvero esaltanti…. Prima un clamoroso palo del capitano. Poi è Bruno a colpire il secondo legno Gvl di serata, ma sulla ribattuta del montante, proprio il capitano si fionda con fare rapace, in barba ai suoi 44 anni, e riporta i Giardini sotto di un solo goal. I Bulls vanno subito in bambola. Maschio inventa una supergiocata per Sinameta, bravissimo nel sovrapporsi e servire al centro Mataj, che scaraventa di rabbia, sotto la traversa, il goal-boato del 5-5… Ma il vero boato arriva proprio allo scadere, quando capitan Maschio, si inventa il diagonale velenoso che vale la vittoria e la sua tripletta personale… 3 goal alla prima stagionale… Quanti ne aveva fatti in tutta la sua scorsa stagione vissuta da desaparecidos… In pieno recupero c’è tempo anche per una paratona salva-risultato di Manetti, che riscatta in parte il suo pessimo primo tempo, e per una grossa polemica tra arbitro, Patron Zatteri e avversari, persino un po’ esagerata per il carattere amichevole del match. Triplice fischio e tutti a tavola per il classico pizza&birra da Bobo, reso ancor più succulento dalla super prestazione dei nostri. Non resta che attendere adesso il calendario del cosiddetto TORNEO DI APERTURA, che dovrebbe iniziare la prossima settimana. I presupposti per figurare bene ci sono tutti.

Seconda di precampionato e torneo di Apertura

I Giardini di Via Locchi scenderanno in campo per la seconda amichevole stagionale, martedì 20 settembre alle 20:30 a Castello, gara numero 980 della nostra storia. L’avversario di turno, tale Bulls C5, non ha mai incrociato i nostri passi nei 27 anni di epopea giardiniana. La squadra si presenterà a Castello per questa sfida inedita al gran completo, priva di indisponibili e squalificati, intenzionata a testare un altro possibile nuovo acquisto, Alessandro Gallo, ex Junores della Sestese, oggi 34enne. C’è molta speranza in questo nuovo profilo. Faranno finalmente il loro esordio stagionale poi Capitan Maschio e Matteo Matera. Turno di riposo stavolta per Frosini e per il Fiacchino, costretti al turnover al pari di Zatteri, che libera come da accordi una maglia a Valiani, e Antonelli… Uno tra presidente e Patron svolgerà comunque senz’altro il ruolo di mister. Completano la lista dei convocati i confermatissimi Sinameta, Mataj, Pellegrini ed il veterano Manetti, che giocherà la sua gara numero 690 con la maglia dei Giardini. Scontato il pizza & birra del post-partita… Dalla settimana dopo niente più amichevoli pare. La nuova federazione sta organizzando un torneo di Apertura, sul modello di quello della scorsa stagione… Si fa già sul serio pare…