Classe ’78 batte classe 2002

Partita strana quella disputata dai Giardini nel nuovissimo impianto dell’Olympus, confinante, il mondo è piccolo, col terreno del Patron tanto caro ai nostri per le numerose feste giardiniane lì svoltesi nella storia… Ci piace ricordarlo nella settimana in cui si terrà la Steoktoberfest… Non pensiamo ad altro da giorni… Strana gara dicevamo, perché i rivali di turno, l’Ignoranteam, sono giovanissimi classe 2002, alcuni neanche maggiorenni, con 20-23 anni in meno dei nostri… Hanno di fatto la metà dei nostri anni, ma chi si aspettava una squadra rapidissima e aitante è rimasto deluso… I piedi sono quelli che sono e questo collettivo di giovincelli di calcio ne mastica assai poco… Si salva il difensore centrale, unico giocatore degno di nota, poi un portiere decente e tanti elementi improvvisati. A cose normali i Giardini, a prescindere dalla differenza di età, una squadra così la battono 10-0… Invece i tanti goal sbagliati, le tante assenze (mancano Dimita, Zatteri, Sborgi, Untaru e un po’ tutti i portieri di ruolo) e l’averla presa forse un po’ troppo sotto gamba, tengono in vita i rivali di turno per un po’ tutta la gara… La paura di non vincere non si è mai percepita, sia chiaro, ma in alcuni momenti del match, qualche strega è apparsa… Lo squillo iniziale Gvl, col palo pieno incocciato subito dal bomber Lamioni, lascerebbe presagire alla passeggiata di salute, ma così non è, e in un primo tempo davvero bruttino, i Giardini faticano più del dovuto nel far girare la palla e nel crearsi delle occasioni, nonostante il nulla totale offerto dai rivali, che mai si affacciano dalle parti di Pieri, confermato in porta. Ci vuole una bomba del Chino Pellegrini, per sbloccare la disputa all’undicesimo minuto. E’ il “la” che dà la sveglia ai nostri, che poco dopo, con l’unica vera grande azione definibile tale di tutto il primo tempo, si portano sul 2-0. Nell’occasione bravissimo Bandini nel pescare con un filtrante Pellegrini, che di prima scarica su Sinameta, autore del diagonale vincente alla sua 80esima gara in Gvl. Tre tocchi e tanti applausi. Ma sul 2-0 Lamioni sottovaluta forse un po’ il bravo difensore centrale, che trova il guizzo per servire la propria punta. Pellegrini per una volta non fa bene il suo dovere e l’attaccante rivale sigla l’1-2 che non ti aspetti… La rete avversaria, arriva proprio nelle battute finali della prima frazione, ma perlomeno serve a dar la sveglia ai nostri, che approntano la ripresa con tutt’altro piglio. Perlomeno inizia a girare la palla e le occasioni da goal si moltiplicano, anche se non sembra essere serata particolarmente fortunata nelle conclusioni. Quasi immediato però il goal del 3-1, che strappa applausi a scena aperta. Divino l’assist del bomber Lamioni, funambolica davvero la conclusione al volo di Bandini, che può festeggiare così in modo egregio la sua 550esima presenza in Gvl. Ancora una volta però i rivali, dati per morti troppo presto, accorciano sul 2-3, sfruttando l’unico vero errore del match di capitan Maschio, che si fa anticipare malamente a centrocampo. Segue il miglior momento del match per i nostri, che proprio non ci stanno e inanellano una serie di occasioni da paura. Ancora un palo clamoroso colpito dal bomber, che poi orchestra con il buon Frosini di serata, quella che forse è l’azione più bella del match, finalizzata da Valiani, con un tocco acrobatico addirittura da terra. I Giardini potrebbero dilagare in questa fase, ma il quinto goal proprio non vuol arrivare ed ecco l’Ignoranteam riportarsi sotto 3-4, sfruttando uno svarione abbastanza clamoroso di Frosini. Inizia così l’unico vero momento di sofferenza del match per i nostri. Un batti e ribatti continuo di occasioni in cui potrebbe davvero succedere di tutto… Sinameta miracoleggia salvando sulla linea a Pieri battuto… Sarebbe stato il pari beffa… Poi traversa che trema ancora per il Chino Pellegrini… Sul fronte opposto ancora terrore, con Pieri chiamato ad un super intervento di piedi, per niente facile. A rimettere i giochi al sicuro ci pensano infine i due migliori in campo dei Giardini, ovvero Lamioni, autore dell’ennesimo superassist e il Chino Pellegrini, che cincischia un po’, ma col destro poi riesce a ribadire in rete per il 5-3 della sicurezza. In pieno recupero, sempre il Chino, coglie anche il quarto legno Gvl del match… Finisce così, con un altro 5-3 e con una tavolata piena di birre ghiacciate e spaghettini sul pesce al “giardino di Bellariva”… L’ennesima serata Gvl top insomma… Ma davvero niente in confronto a quanto dovrà accadere nel week-end più atteso dell’anno… I fusti sono già in ghiaccio…

Riecco Sinameta e Frosini

I Giardini di via Locchi scenderanno in campo per la seconda amichevole di precampionato, martedì 15 settembre presso il nuovo sintetico della Olympus in via di Ripoli a Firenze. Fischio d’inizio ore 21:30 e avversaria uscita dal sorteggio tutta da scoprire. Nessun precedente infatti nella storia dei nostri, che copre ormai un quarto di secolo, contro la compagine Ignoranteam. I Giardini per l’occasione rispolverano sia Frosini che Sinameta, che festeggerà l’80esima gara in GVL. Cifra ancor più tonda per Dimita, che giocherà la sua 150esima con la 34 dei Giardini sulla schiena. Indisponibile Sborgi (immaginiamo per il compleanno della consorte, proprio il 15, AUGURONI) turnover per Zatteri e Bandini, completano quindi la lista dei convocati capitan Maschio, Pellegrini, Lamioni, Untaru e un portiere ancora piuttosto impronosticabile. Toccherebbe a Byku, ma la sua presenza, a causa di impegni lavorativi, è tuttora un rebus. Non sta benissimo Viappiani e Manetti è alle prese con la piccolissima Ilaria… Giornate belle dense insomma per lui… Scaldano i motori per tale ruolo quindi Antonelli e Pieri, che, quando impiegati tra i pali, hanno sempre fatto intendere di poterci stare eccome… Chiudiamo con un piacevolissimo cenno alla nostra Cantera, i giovanissimi del Settore Giovanile del Castello, che seguiamo speranzosi sin dai primi calci. E’ un piacere tornare a scrivere anche di loro. Dopo l’eccezionale esordio al torneo Scagliotti (in goal anche il nostro Zatteri junior, riscopertosi centrocampista… 100esimo sigillo tondo tondo con la maglia del Castello da quando è tesserato Figc…) i biancoverdi del neo-mister Abbrevi saranno di scena domattina per un’amichevole casalinga contro l’Audace Legnaia, speranzosi di confermare l’entusiasmo del momento…

Vittoriona dedicata ad Ilaria

Sarebbe stato davvero difficile augurarsi una ripresa migliore… I Giardini iniziano la loro 25esima stagione (un quarto di secolo…), freschi freschi della notiziona della nascita di Ilaria Manetti (3 kili e 100 di sangue GVL), vincendo una super partita contro calciatori classe 98-99… Ovvero gente con 20 anni in meno sulle spalle rispetto ai nostri vecchiucci, che nella fattispecie con capitan Maschio (doppietta) e Patron Zatteri (in goal), due classe ’78 insomma, siglano tre delle cinque reti GVL. Eppure la sfida ai Now FC, che evocano brutti ricordi ai nostri, non inizia nel migliore dei modi… La squadra orfana di Bandini, Frosini e Sinameta (sostituito in extremis dal capitano), oltre che di un po’ tutti i portieri in rosa, soffre terribilmente, nelle battute iniziali, lo strapotere atletico dei rivali (pure tecnico in due-tre elementi…)… Pippo Pieri, salvatore della patria tra i pali, poteva forse far di più sulla conclusione del vantaggio rivale, scaturito da un letale contropiede degli avversari, che poco dopo, complice un passaggio balbettante di Zatteri, ubriacano Sborgi in dribbling e battono nuovamente Pieri… Un po’ impacciato il portiere GVL in avvio, reo anche di troppe ripartenze imprecise, ma la sua gara, e quelle GVL in generale, sono un crescendo continuo. I nostri, sostanzialmente, impiegano un po’ più del dovuto a prendere le misure, a ritrovarsi, ma quando iniziano a macinare calcetto, ci si rende conto come il tema footsal sia abbastanza sconosciuto ai pur volenterosi e aitanti rivali. Il “la” lo dà un calcio di punizione dal limite conquistato da Zatteri e trasformato in modo magistrale da uno dei migliori, il Chino Pellegrini, che batte il forte portiere rivale con una conclusione potente, quanto precisa, da posizione per niente facile per un sinistro… Robert Untaru, la cui prestazione un po’ da vena tappata non ha certo brillato di luce propria (complici probabilmente anche gli ormai annali ritardi al campo…), è comunque astuto nello sfornare l’assist che permette a capitan Maschio di pescare il 2-2. Prima della fine della frazione, lo stesso capitano, stavolta servito da un bomber Lamioni che trova sempre più artistiche ispirazioni di minuto in minuto, pesca la personale doppietta che permette ai nostri di chiudere un primo tempo difficilissimo, addirittura in vantaggio. Steo Dimita è sotto preparazione col calcio, i piedi sono quelli di sempre, ovvio, ma fa fatica anche solo a muoversi… Il 3-3 rivale arriva come una doccia fredda e passa proprio sotto le gambe del talentuoso numero 34… Stavolta però il timore di una nuova fase del match sofferente dura meno di un minuto. Al loro pari segue l’azione capolavoro della partita GVL… I nostri vanno in goal infatti con tre tocchi di prima. Precisissimo e delizioso quello del bomber, da avvoltoio vero quello del Patron che riporta in vantaggio i suoi. Un bel modo per festeggiare la gara numero 760 in Gvl. Pochi minuti dopo soltanto il palo impedisce al numero 11 di pescare la doppietta, al termine di un ottimo spunto personale. Nel finale Pieri salva con bravura in un paio di occasioni, i nostri falliscono qualche buona opportunità e sembra più facile un loro pareggio che il quinto goal GVL, che invece arriva al termine di un’altra splendida azione da calcetto architettata da capitan Maschio e finalizzata dal terzo assist del bomber Lamioni ed il tocco vincente di Steo Dimita. La prima di precampionato alla Sestese finise quindi addirittura 5-3 tra l’incredulità dei giovani avversari e del giovane Massy Zatteri divertito sugli spalti. Segue birrone e pizza (in alcuni casi pizze…) all’Osteria del Pallone, proprio adiacente al campo… Insomma la vita, quella vera, ricomincia… Il popolo dei Giardini si nutre terribilmente di tutto questo. Visto il clima che si continua a respirare… Speriamo che duri… Intanto restiamo in attesa del calendario del proseguo della pre-season, che ancora non è uscito…

Chiamata alle armi per la stagione 25

In barba a catastrofi e pandemie, si ricomincia… I Giardini di via Locchi possono finalmente inaugurare la stagione numero 25 della loro storia (boia… un quarto di secolo…) da martedì 8 settembre ore 20:30 alla Sestese, quando avrà inizio cioè il Precampionato CSEN 2020. Ci auguriamo tutti che la stagione, seppur con le logiche difficoltà organizzative che sappiamo, possa sfilare meglio della precedente (non è che ci voglia molto…)… In sostanza ci piacerebbe anche solo poterla giocare dall’inizio fino alla fine. Il primo incontro stagionale, dal carattere ovviamente amichevole e non competitivo (anche se per noi non esiste la definizione “non competitivo”) vedrà i nostri opposti al Now FC. Trattasi di una squadra che evoca ricordi piuttosto dolorosi ai Giardini… I due precedenti, entrambi risalenti allo scorso campionato mai conclusosi, raccontano di un’affermazione per parte, ma la vittoria loro brucia ancora, viste le evidenti differenze tecniche tra le due squadre, a favore dei nostri, e quanto essa pesò nella classifica dello scorso torneo. Corrono molto, quello si, ma la poca esperienza è ben evidente. Tale gruppo di aspiranti footsaler classe ’99 e ’98 (beati loro) è impreziosito dalle conclusioni potenti e precise di Rosati (solo col destro però…), dall’ex Sesto Calcio Alesci al centro della difesa e da un portiere davvero para-tutto. I Giardini dell’esordio stagionale saranno orfani degli indisponibili Bandini, Maschio e Frosini. Mancheranno anche entrambi i portieri titolari Viappiani e Byku, con lo stesso Manetti che non potrà dar man forte in quanto in procinto di diventare papà per la seconda volta (Ilaria Manetti è attesa in questo mondo nella giornata di lunedì… AUGURONI)… Ecco che in porta verrà rispolverato Pippo Pieri. Si rivedranno subito sin dal primo match anche Dimita, Pellegrini e Zatteri, tutti e tre autori di ottime prestazioni contro il NowFC nella passata stagione. Per il Patron sarà la gara numero 760 con la maglia dei Giardini. Cifra tonda anche per Sinameta, che scenderà in campo con la maglia GVL per l’80esima volta. Completano la lista dei convocati Sborgi, Lamioni e Untaru, unico giardiniano ad aver già bucato la loro porta tre volte. Chiamata alle armi per tutti loro. Forza, diamoci dentro. A martedì, e BUONA 25ESIMA STAGIONE A TUTTI! Chiudiamo con gli auguri speciali a Kristin Sinameta (splendida in questa foto), che proprio oggi compie 1 anno di vita, e a Giulia Viappiani che di anni ne finisce 7… Quale miglior giorno per riprendere a scrivere sulle pagine del nostro sito. CLAP CLAP CLAP

Buone vacanze Gvl

Ieri sera in quel di Castello, i pochi giardiniani ancora non partiti per i lidi estivi (comunque ben oltre 20 anime…) si sono salutati a suon di spritz, potenti carboidrati e boccali di birra… Nell’occasione la società, attraverso il Patron fondatore Zatteri, ha reso noto le varie assegnazioni dei tanti ambitissimi trofei interni del nostro ultraventennale club. Lo stesso Patron si è aggiudicato, con grande orgoglio date le ben 42 primavere, il Premio Fedeltà “Nonno Nello”, in quanto giocatore più schierato in stagione, ben 23 presenze nonostante l’anno Covid… Precede la coppia Lamioni-Untaru che vanta 22 apparizioni. Il premio molto sentito dedicato al compianto nonno del presidente Antonelli finisce a casa Zatteri per il terzo anno consecutivo e per la quarta volta in carriera. Con Maschio è il giardiniano che ne ha vinte di più… Il Patron passa poi ad assegnare la coppa più ambita, la Supercoppa del Giardino, che va al miglior elemento stagionale stando alle medie del “pagellino del giorno dopo”. Si interrompe dopo anni il dominio di Steo Dimita, non perché non sia stato il migliore… Medie alla mano lo sarebbe ancora… Ma la regola ancestrale impone, per aggiudicarsi il torneo, che vengano disputate almeno un terzo delle partite stagionali… Un terzo sarebbe stato 8,66 e Steo Dimita si ferma a 8… Una beffa che trasloca la coppa immediatamente al pur bravissimo bomber Lamioni (media voto stagionale 6,79), che precede nella prestigiosa classifica Pellegrini (6,75) e Manetti (6,61). Applausi scroscianti per il bomber, che alza la coppa al cielo addirittura per l’ottava volta!! Il record assoluto di detenzioni finora condiviso con Bandini, adesso è tutto suo. La Coppa Goleador, di conseguenza, se l’aggiudica Untaru. Infatti il bomber Lamioni, miglior cannoniere stagionale con 37 goal, non può portare a casa due coppe per regolamento. Per Untaru, 27 goal stagionali. purtroppo assente ieri sera, si tratta della prima Coppa Goleador GVL in carriera. Precede Sinameta (17 reti) e Zatteri (15). Il Trofeo FairPlay “giocatore modello” (che Chino Pellegrini deve riportare in sede…) va a capitan Maschio, che vanta 0 cartellini in ben 17 presenze. Il capitano è tra i pochissimi eletti ad aver vinto il Trofeo ben due volte. Il cucchiaio di Legno 2020 invece viene evitato sia da Lamioni (nettamente il più cattivo stagionale con un rosso e due gialli) in quanto già premiato e da Zatteri (un rosso, ma premiato pure lui)… Ecco perché se lo aggiudica l’unico altro espulso di stagione, il presidentissimo Mattia Antonelli… Terza volta in carriera per lui… Un record assoluto. Un’onta che dovrà esibire nella sua bacheca personale per tutta la prossima stagione (glielo girerà l’assente Brogi, ex detentore, alla prima occasione). Infine viene assegnato il Trofeo Uomo-Squadra estivo, che purtroppo cambia faccia… La coppa storica appartenuta allo Scuro, è stata ufficialmente smarrita e viene sostituita oggi da uno dei famosi premini perversi da tempo non più assegnati… Quello del nippo-balilla… Il miglior giardiniano estivo è stato senza dubbio Steo Dimita, 7,33 di media voto periodo, che precede Viappiani (7) e capitan Maschio (6,9). Sarà suo compito quindi cambiare anche l’etichetta alla coppa… Per questa surreale stagione è tutto… Restiamo in attesa di capire come e quanto inizierà la prossima e se tutti i giardiniani titolari quest’anno vi parteciperanno… Si vocifera un rientro a tempo pieno per Viappiani, ma ogni discorso è ovviamente rimandato a settembre… Mese nel quale è attesa anche la secondogenita di casa Manetti!! Per chi ci sarà ci riuniremo certo, come da tradizione, anche a Ferragosto, nella succursale marittima del mondo GVL, ovvero la Mazzanta. A tutti gli altri BUONE VACANZE e TORNATE BELLI CARICHI!!