L’unica cosa bella…

Fa davvero male la quarta uscita dei Giardini di via Locchi nel campionato Easy League fiorentino… L’unica cosa bella, come recita il titolo, è rappresentata da questa succulenta carbonara di mare del post-partita al “Vecchio e il Mare”… In realtà anche il vinellino rosato sardo scelto da Steo Dimita non era niente male… Il resto è completamente da cancellare, dimenticare, per ripartire subito con tutt’altro piglio… I Nobili di Montepulciano si sono rinnovati rispetto a come li ricordavamo. In campo non c’è mai stata partita. Certo i Giardini pagano le assenze pesantissime, soprattutto dell’asse centrale portante, Pellegrini-Lamioni, ma, in un campo così grande, certo anche quella del giovane Matera. L’ottimo possesso dei rivali manda subito in bambola i Giardini, che di fatto non giocano, ma subiscono inermi (e piuttosto giù di tono anche atleticamente) la manovra avversaria. I Nobili passano in vantaggio “uccellando” addirittura il giardiniano tecnicamente più dotato, quello Steo Dimita, che per tutta la prima frazione non riesce a dare la dovuta sveglia ai suoi, in toto davvero non pervenuti. Sulla seconda rete rivale la dormita è del giovane Fiacchi, autore di una prova decisamente incolore rispetto alle ultime incoraggianti prestazioni… Dalle parti del portiere rivale non accade pressoché nulla, mentre Manetti, alla 680esima gara in GVL e assoluto migliore dei suoi, viene impegnato a più riprese. Tuttavia, sempre nel primo tempo arrivano il terzo ed il quarto goal rivale… In particolare sul terzo preoccupante il ritardo in copertura di Valiani, oggettivamente il più in difficoltà dei suoi a questi ritmi. Con la prima frazione chiusasi sul 4-0, non resta molto da sperare, se non di chiudere al meglio la partita e di perdere perlomeno con onore. Patron Zatteri, capitano per l’occasione, prova a dar la scossa ai suoi, pungendoli un po’ sull’orgoglio, ma è soprattutto Steo Dimita, nel secondo tempo, a prendersi sulle spalle la squadra e a farla girare in modo più dignitoso. I nostri iniziano a pressare alto i rivali, a tentare di arginare sul nascere il loro ottimo palleggio e soprattutto a muoversi un po’ di più senza palla. Ne esce una frazione più equilibrata ed una prova più dignitosa del nostro collettivo… Non ci voleva molto visto il vergognoso primo tempo… Il quinto goal dei Nobili arriva lo stesso, ancora per una copertura tardiva da parte di un Valiani ai minimi stagionali. Il passivo di 5 goal dura molto. Sale in cattedra Bottai, si rompe Sinameta (guaio ad una caviglia), ma i Giardini ora (un po’ tardi…) sono in partita e si affacciano anche dalla parti del portiere rivale… Quando Dimita spedisce il pallone al “7” con un gioiello dei suoi, i Giardini si sentono come liberati. Il goal dei nostri ridesta però gli animi rivali, che a loro volta siglano un sesto goal davvero da applausi (fortissimo il loro Pieraccioni, giocatore di altra categoria…), ma Steo Dimita ci tiene, nel finale, a ribadire un secondo goal GVL, spettacolare quasi quanto il primo… C’è tempo anche per una terza supergiochessa di Dimita che manda Zatteri in contropiede tra due difensori che inseguono… Il mancino del numero 11 è lesto e reattivo, ma il portiere rivale si supera. La gara finisce poi tra le polemiche, abbastanza incomprensibili visto l’andamento del match, tra un improvvisamente rissoso Bottai, e alcuni avversari che sul 6-2 si potevano risparmiare certi atteggiamenti… Non edificante il comportamento di Lenni B, è vero, ma in una serata così, in cui da portiere titolare ormai ufficiale, vista l’emergenza, si sacrifica in fascia per la squadra, gli perdoniamo davvero tutto…

Rotta sulla Sales

La quarta giornata del torneo è in programma mercoledì 24 novembre alla Sales, fischio d’inizio ore 21:15… Cinque dei prossimi sei match andranno in scena in quel campo immenso, sotto alla chiesa spesso invocata dal buon Steo Dimita. Questo lascia presagire tavolate goderecce a seguire al “Vecchio e il Mare”… I Giardini in tale occasione affronteranno una delle migliori squadre del torneo, i “Nobili di Montepulciano”, che rappresentano una delle tre compagini ancora imbattute dopo tre turni, anche se stazionano al momento un punto sotto ai nostri. L’unico precedente contro di loro, risalente al precampionato 2019, ci riporta alla mente una brutta sconfitta dei nostri. I sedicenti Nobili sono squadra molto esperta, certo non più giovanissima, ma molto conoscitrice della materia calcetto. Ricordiamo un paio di individualità davvero niente male, ma anche un portiere, che in quell’unico precedente risultò tutt’altro che all’altezza. I Giardini per l’occasione recupereranno sia Frosini che Dimita. Certo il rientro tra i pali anche di Bottai, mentre permangono dubbi sulla presenza del bomber Lamioni, uscito malconcio dalla gara contro il Futsal. Dovesse alzare bandiera bianca, sarebbe veramente un peccato, anche solo per il suo score contro i Nobili, ai quali ha già violato la porta due volte in carriera. Anche su Matera, alle prese con un guaio al tendine rotuleo, filtra ottimismo, ma non ci sono certezze. Si attendono invece soltanto conferme dai vari Sinameta, Fiacchi, Pellegrini, Patron Zatteri, che ben figurò contro i Nobili in quell’unico precedente e Valiani, il primo dei suoi a rischio turn-over in caso di abbondanza. Si ricorda a tutti i nostri tesserati che domenica 21 novembre festeggia 14 anni la splendida erede di casa Maschio, Camilla, mentre saranno ben 42 le primavere dello storico talent scout dei Giardini Claudio Niccolini. Prima della gara contro i Nobili, più precisamente lunedì 22 novembre, sarà festa grande anche per un altro tifossissimo GVL, l’amatissimo Cina!! Chiudiamo come al solito con uno sguardo alla nostra Cantera, i giovanissimi regionali del Castello, che, dopo aver vissuto Fiorentina-Milan tutti assieme in Curva Ferrovia al Franchi (su gentile concessione/agevolazione della Viola…) proprio domenica 21 saranno alle prese con l‘attesissimo derby contro il Doccia, sul suolo amico. Fischio d’inizio ore 10:45 al Pontormo… Una gara pesantissima ai fini della classifica… Accorrete numerosi… Il famoso 12esimo uomo servirà come il pane.

Il punto sul campionato: fuga SanGaggio

Prove di fuga per il SanGaggio, che vince la terza gara su tre e, complice la contemporanea sconfitta del FutSalBar, si ritrova solo in vetta a punteggio pieno… Stavolta a farne le spese è la Sele Sao, che becca un 5-1 senza appello. Per la capolista doppiette di Ciappi e Sambalino, oltre al goal del solito Leuzzi… Uno solo però stavolta, e leadership in classifica cannonieri che se ne va a discapito del “BomberFantini” del Klan, che ne rifila ben 6 alla Longobarda… Al secondo posto in classifica troviamo il Dram Drum, protagonista di un sontuoso 8-0 ai danni del malcapitato GnuTeam. Tripletta per Fiaschi e addirittura un poker siglato da Ramalli, attuale bomber di bronzo del torneo dietro a Leuzzi e Fantini, con 6 goal in tre gare. Folto il gruppo delle terze e, come si può intuire dalla faccia godereccia del Valians nella foto di copertina, ci sono anche i Giardini, vittoriosi per 5-3 nello scontro diretto proprio con un’altra del gruppo, il FutSalBar, che precipita dalla prima alla terza posizione. Da segnalare, per i Giardini, il poker messo a segno da Pellegrini, che viaggia a 6 goal in tre gare come Ramalli, e, come lui, è l’attuale terzo bomber del torneo. L’altra terza, quella più quotata al momento in quanto ha già disputato un turno di riposo, è il Cameloth’s Internacional, grazie alla vittoria per 7-3 sul Caminito. Per i ragazzi della tavola rotonda, che viaggiano ancora a punteggio pieno, doppiette per Barontini e Niccolini. Al sesto posto troviamo l’ultima delle imbattute, i Nobili di Montepulciano, che dopo due pareggi conquistano la prima vittoria ai danni dell’FC Molise, grazie soprattutto alle doppiette di Pieraccioni e Pinzauti. Prima vittoria anche per il Klan, ora solo al settimo posto, che infligge il secondo 8-0 di giornata alla peggior versione della Longobarda degli ultimi anni. Oltre al già citato nuovo capocannoniere del torneo Fantini, autore di sei goal, da segnalare la doppietta di Panichi. In coda ferme a tre punti le deludenti FC Molise, Gnu Team e SeleSao, ancora a zero le deludentissime BocaSenior (che riposa), Caminito e Longobarda.

Battuta la prima della classe!!

Battaglia di quelle vere all’Olympus Gavinana, di quelle persino gustose visto l’esito godereccio per i nostri. I Giardini sfidano la capolista a punteggio pieno (ormai ex) Futsal Bar (che abbiamo scoperto essere lo storico team Lahm Pred 8…) con assenze un po’ in tutti i reparti e consapevoli della grande difficoltà del match. Loro d’altro canto si confermano forti, affiatati, grandi conoscitori della materia, seppur con carte d’identità a loro volta piuttosto datate, che detto da noi ci vuole coraggio… Per tutto il primo tempo sono gli avversari a far la partita, dimostrando un’ottima capacità di chiusura degli spazi, un buon possesso, oltre all’alto livello tecnico di 2-3 elementi in grado di far la differenza. Per i Giardini insomma è sofferenza pura. Quando il loro enorme centrale difensivo fa fuori mezza squadra e sigla eludendo la copertura di Bandini (esordio in campionato per il prestigiatore), sembra l’inizio della fine. Evergreen Manetti, chiamato in porta a sostituire Bottai, compie un autentico miracolo poco dopo, deviando sulla traversa una conclusione davvero velenosa… Sullo 0-2 sarebbe stata davvero dura… Invece nel finale del primo tempo, i nostri danno un importante segnale di vita, un uno-due davvero da paura. Sinameta serve un pallone eccellente per Patron Zatteri (770esima gara in GVL), che calcia di prima intenzione, ma centrando in pieno il portiere rivale… Sulla sua ribattuta però, in tap-in, si fionda proprio Sinameta, che rapace riporta in pari la situazione… E il pareggio in fondo i nostri lo meritano, visto che il loro portiere era appena stato graziato dall’arbitro per un mani fuori area, in chiara occasione da goal… Ma il sussulto dei nostri non si placa, anzi, gli avversari feriti, sembrano improvvisamente in difficoltà. E’ in questo contesto che, in pieno recupero, arriva il goal della doppia cifra stagionale del Chino Pellegrini, complice un intervento un po’ approssimativo del portiere rivale, vero punto debole di questo primo tempo dell’ex Lahm Pred 8… Gli avversari però si organizzano assai bene durante la pausa ed iniziano la ripresa nel migliore dei modi, a differenza dei nostri che concedono l’inverosimile… Prima è Sinameta a dimenticarsi del proprio uomo, che va a segnare, a un metro dalla porta, addirittura col tacco… E siamo al primo minuto… Poi è il Chino Pellegrini (comunque SANTO SUBITO data l’immane prestazione), che si fa portare a spasso dalla forte punta avversaria, in occasione del 3-2… Esultanza alla Tardelli per loro… Si mette nuovamente male insomma… Ciò che segue ha comunque dell’incredibile. Il FutsalBar, forse per stanchezza (sono comunque dei classe 83…) si sfilaccia, si allunga, non riesce più a chiudere gli spazi con la precisione del primo tempo, appare davvero irriconoscibile, e i Giardini, di contro, iniziano a crederci, a giocar bene, a manovrare con precisione e pazienza… Le occasioni non tardano ad arrivare e tra i più pimpanti è certo il giovane Fiacchi, soprattutto quando, su ottimo spunto personale, fa tremare la traversa. Il suo buon momento fortunatamente non è estemporaneo, anzi, proprio dai suoi piedi circa a 5 minuti dalla fine, nasce l’ottima decisione di non calciare da posizione defilata e di servire l’accorrente Pellegrini, lasciato colpevolmente solo al limite. Il tiro del Chino non sembra imparabile, ma è comunque velenoso e calciato con precisione all’incrocio. La situazione è di nuovo in parità… Si scaldano gli animi, dovrebbero fioccare i cartellini ma l’arbitro di serata preferisce non estrarli, vola quindi qualche colpo proibito… La gara è combattutissima e potrebbe finire in ogni modo, fino a quando, su una conclusione da fuori, senza troppe pretese, del Chino Pellegrini (sembrava di più un lancio), Sinameta, spalle alla porta, si abbassa furbamente, ingannando in pieno il portiere rivale, che può solo vedere la palla sfilare in porta per il nuovo vantaggio GVL… Per il Chino è già il goal numero 140 in carriera. Grandissima testa dei nostri in questo frangente, nonostante le mille difficoltà… Ci riferiamo all’infortunio del bomber Lamioni, che di fatto non gioca la ripresa… Ci riferiamo a nuovi acciacchi patiti dal Patron, che deve abbandonare la gara all’inizio del lunghissimo recupero (4 minuti…)…. Ci riferiamo alla forza degli avversari, in partita fino alla fine… Decisivo l’apporto nei minuti di recupero di un Bandini davvero combattivo, decisivi gli straordinari chiesti a Fiacchi e Pellegrini e la grande grinta profusa da tutti… Ma decisiva soprattutto l’incredibile parata di Manetti, miracolosa, in due tempi, a tu per tu con la punta avversaria… Sull’azione che segue, durante una scorribanda alla Higuita del portiere rivale pronto a tutto pur di pareggiare (ne ha combinate di ogni poverino…), il Chino Pellegrini, con un delizioso pallonetto, chiude la pratica sul 5-3, mettendo fine ad ogni sorta di sofferenza e scatenando le grida di giubilo di tutto il nostro popolo. Ciò che segue all’AFFE’ DI BACCO, è un “pizza e birra” (pure dessert…) meritatissimo per i nostri e impreziosito dalla presenza nel locale di un pizzico di serie A… Al tavolo accanto c’è infatti Leonardo Semplici… Il grande calcetto che si sposa col calcio che conta…

Che programma: rientro Manetti, Futsalbar e seratona

La settimana che attende i Giardini sembra di quelle goderecce come questo bel falò con l’aroma delle caldarroste… I nostri ragazzi torneranno in campo per la terza giornata del campionato Easy League 2021/2022 mercoledì 17 novembre ore 20:30 presso il sintetico dell’Olympus Gavinana. Sarà subito match altamente probante, perché la squadra se la vedrà con la prima della classe, quel Futsal Bar che sta viaggiando a punteggio pieno e condivide la vetta col SanGaggio. Molte e pesanti le assenze nelle file dei Giardini. Mancheranno infatti gli indisponibili Dimita e Frosini, ai quali potrebbe aggiungersi Matera, alle prese con un guaio al ginocchio (tendinopatia al rotuleo)… Certa anche l’assenza del neo portiere Bottai, che sarà sostituito al 100% dalla bandiera umana che risponde al nome di Manetti. Confermatissimi al momento i vari Pellegrini, Lamioni, Fiacchi, Sinameta, oltre a Patron Zatteri, che festeggerà la 770esima gara in GVL e al rientrante Valiani. Scalda i motori anche capitan Duccio Maschio, il cui possibile impiego dipenderà dalle condizioni di Matera. Col Futsal Bar, squadra del tutto nuova nel panorama fiorentino, non esistono precedenti e non si sa realmente nulla di loro, tranne gli ottimi risultati che stanno inanellando. Sarà dura, ma sono le sfide che più piacciono ai Giardini, anche per lo scontato post-partita che ci attende… Giocheremo presto presto… Si preannunciano degustazioni assai goderecce per abbassare il livello di adrenalina del post-match. Meritano citazione poi i due supercompleanni GVL in questi giorni che attendono il match. Domenica 14 festeggia 33 anni il nostro trattore inarrestabile Julian Sinameta. Martedì 16 sarà la volta della giovane promessa giardiniana Josef DeLeonardis. Ad entrambi va il grande abbraccio del nostro popolo, che, a proposito di festeggiamenti, si sta già organizzando per il cenone di Natale GVL, che si terrà in massa all’Atletica Castello, tendone 1, martedì 21 dicembre… E’ già ufficiale. Restando sul Castello e sulla nostra Cantera Ufficiale, i giovanissimi regionali 2007… Per Massy Zatteri & co. è finalmente arrivata la prima vittoria in campionato e i ragazzi si sono tolti dalla zona retrocessione. Durissima però la sfida che li attende domenica a Borgo San Lorenzo contro la Fortis, prima in classifica con merito… Cosa succederà sul campo non lo sappiamo, o perlomeno sappiamo che sarà davvero tosta, ma quello che accadrà dopo sarà certo assai godereccio… Dirigenti, tifosi e tesserati dei nostri Under14 saranno tutti a divorare tortelli mugellani alla bottega di Grezzano… Lo stile GVL sta arrivando anche lì…