Riecco anche i 3 punti

La settimana scorsa è servita per tornare a giocare, in questa i Giardini sono tornati a fare sul serio. Lo scontro diretto per la zona qualificazione e più precisamente per l’attuale secondo posto nel girone B del “Senza Fiato Express”, vede i nostri trionfare piuttosto agevolmente contro l’Atletico Sangio, che si conferma squadra discreta, ma non in grado di impensierire più di tanto i nostri… Riecco le pile inesauribili del giovane Robert Untaru, riecco i piedi buoni del bomber Lamioni, riecco i goal di Sinameta, ma soprattutto riecco l’estro di Steo Dimita, migliore in campo con capitan Maschio, a illuminare la scena… Tutto improvvisamente diviene più semplice. Le condizioni piuttosto cadaveriche del volenteroso, ma mooolto poco dinamico, presidente Antonelli, caratterizzano piuttosto in negativo le prime fasi del match. Il numero 24 arranca e non poco, non giostra coi giusti tempi e perde palloni importanti. La miglior condizione è lontana anni luce insomma, chiaro che ormai se ne andrà alla ricerca nella prossima stagione, e, come un fulmine a ciel sereno, gli avversari approfittano dei balbettii giardiniani iniziali per portarsi in vantaggio. Con un pallone caparbiamente recuperato da Zatteri lungo la linea di fondo, un’ottima intuizione di capitan Maschio e il gran senso del goal di Sinameta, i Giardini trovano il pari, per poi passare addirittura in vantaggio, nel finale di frazione, con Robert Untaru, bravo nel ribadire in tap-in un gran destro parato a Dimita… Nella ripresa Antonelli prova a rifarsi calciando da fuori e impegnando il forte portiere rivale, che non trattiene. Sulla ribattuta Sinameta trova la doppietta colpendo al volo, addirittura di tacco. Sul fronte opposto il Byku un po’ sfarfallone di serata, che si fa pescare addirittura col telefono tra i pali (e basta con questa telesega…)… subisce un goal in pallonetto piuttosto evitabile. Tocca ancora a Sinameta rimettere in tranquillità la situazione. Stavolta il numero 63 calcia un gran diagonale destro sul secondo palo che, senza bisogno di alcuna deviazione, si insacca imparabilmente. Si tratta del suo 90esimo goal con la maglia dei Giardini e di una tripletta fondamentale ai fini di un match, che in realtà non lo ha visto particolarmente ispirato. Quello che la squadra un po’ gli contesta è il troppo individualismo, la poca propensione al gioco collettivo, che nel calcetto in effetti ci vorrebbero eccome… La speranza è che anche per lui si tratti di ruggine dovuta alla lunga inattività. Il goal che chiude i conti, quello del 5-2, lo sigla Patron Zatteri con un tocco al volo in scivolata, al termine dell’azione più bella del match, che ha come protagonisti i piedi sopraffini di Dimita e Lamioni… Tunnel e giochessa del primo, assist aereo del secondo. Applausi. Meno applausi per il nervosismo davvero poco giustificato che ha visto le squadre protagoniste nel finale, soprattutto gli avversari. Fattore amplificato dal poco lavoro svolto dal direttore di gara… Ma tant’è… In pieno recupero i Giardini potrebbero addirittura dilagare, ma l’appannato patron, perfettamente servito da Untaru e Maschio, sparacchia alto due ottime opportunità. Al triplice fischio c’è logica soddisfazione per il ritorno dei tre punti e per le speranze di qualificazione che aumentano dopo la brutta figura dell’esordio. L’occasione quindi (queste occasioni che non mancano mai…) per festeggiare con tutta la squadra, Massimino Zatteri e i mitici Pieri e Valians, nel giardino del Settebello di Bellariva, davanti ad ottimi piatti e alla solita eccezionale birra ghiacciata… La vita pare sia tornata sul pianeta terra…

Comply Frosini in campo

Il compleanno Frosini sarà vissuto in campo quest’anno… I Giardini scenderanno in campo per la seconda giornata del Torneo Senza Fiato Express 2020, proprio giovedì 16 luglio ore 21:30 presso il sintetico della Virgin. Ancora è impossibile sapere chi tra i nostri tanti tesserati presenzierà l’evento, visto che siamo in estate inoltrata, tutti hanno molti impegni e al calcetto, purtroppo, e sottolineiamo purtroppo, non siamo più così abituati… Unica assenza certa è quella di Sborgi, già spaparanzato nei luoghi di villeggiatura. I Giardini se la vedranno contro l’Atletico Sangio, squadra forte di un paio di corridori davvero niente male e di una preponderante cattiveria calcistica, mentre il tasso tecnico non lo ricordiamo certo eccellente. Un discreto portiere, quello si, che tiene unito un collettivo molto affiatato e piuttosto incazzivo. I Giardini hanno vinto entrambi i precedenti contro di loro, risalenti alla Easy League della passata stagione. In tali scontri si distinsero soprattutto Steo Dimita, autore di prestazioni magistrali, ed il bomber Lamioni, che ha già violato la loro porta 3 volte… Speriamo di rivederli in campo entrambi… Che dopo 4 mesi la voglia sarebbe tanta… Un tesserato GVL a cui il Sangio invece non evoca grandi ricordi è Byku… Speriamo possa riscattare qualche neo del passato. Dovesse tornare in campo Viappiani, per lui sarebbe la 50esima gara in Gvl… Dovessimo rivedere Frosini, per lui sarebbe il 42esimo compleanno in campo, non è roba da tutti i giorni… Intanto alcuni giardiniani doc, goderecci come da nostro DNA, stanno partendo per il luogo di mare prediletto del nostro popolo… La Mazzanta e dintorni… Tra Verde Riviera, Tahiti e Delfino avremo molte anime GVL impegnate a rilassarsi per tutto il weekend… In programma anche succulenti cene pare… Gli Sborgi, i Caci e i Lamioni dovrebbero abbuffarsi in quel del Pescatore domani sera… I Manetti, gli Zatteri e i Liuti al Verde Riviera… Nella speranza di trovarsi dopo tutti assieme… La domenica sono nuovamente attesi i Cadetto… Insomma… Buonweek-end e buon divertimento al redivivo popolo GVL!!

Il ritorno del Calcetto

Ci sono voluti ben 4 mesi… Una roba che se ce l’avessero raccontata tempo fa, chiunque avrebbe riso incredulo… Invece la pandemia da Covid ha investito l’Italia e il mondo intero costringendoci a rinunciare a tutta quella roba che diamo per scontata, ma che è linfa vitale per ognuno di noi… In questa categoria va certo annoverato il calcetto, soprattutto per un popolo come quello dei Giardini, e col calcetto va annoverato certo anche il post-match, l’occasione settimanale per incontrarsi famelici davanti ad un piatto appetitoso e assetati davanti ad una birra ghiacciata, per ridere, scherzare, sfogarsi, raccontarsi… Quanto ci era mancato tutto questo… Durante il cosiddetto lockdown il popolo GVL è comunque sempre stato in contatto… Questo sito, senza le occasioni di campo, si è chiuso in un mutismo deprimente, ma il nostro mondo era comunque vivo e vegeto. Dopo la grigliata virtuale descritta nell’articolo di aprile, i Giardini hanno a piccoli passi iniziato a riprendere le varie iniziative extra-campo, come gite, escursioni, timidamente qualche pranzo prima, qualche cena poi… Poi sono arrivati i fiocchi azzurri… Tra maggio e giugno sono venuti alla luce due eredi DOC, Tommaso Pieri e Leonardo Sborgi… Quale miglior modo per riaccompagnare i nostri ad un ritorno verso la vita normale… Il 28 giugno, nel terreno del Patron si è tenuta una mega grigliata-assembramento, finalmente consentita, con presentazione ufficiale dei due pupi nuovi di zecca… Evento partecipatissimo, con numeri da urlo, in perfetto stile GVL… Il peggio sembra passato quindi, ma finché non abbiamo visto quell’oggetto sferico tornare a rotolare, l’incubo non sembrava davvero superato… Ieri sera è successo e, anche se i primi improvvisatissimi Giardini post-Covid hanno beccato tanto a poco, il calcetto è tornato davvero, con tutto quello che si porta dietro e che tanto amiamo. Purtroppo il campionato EASY LEAGUE in corso è stato annullato… I Giardini lo stavano onorando con numeri da paura ed erano virtualmente in testa, in quanto secondi a un punto dalla prima e con una gara da recuperare contro la penultima… L’annullamento brucia ancora e certo questo improvvisato “Torneo Senza Fiato 2020” non sostituisce il pathos di un campionato vero… Ma ora quel che conta è tornare a giocare, anche se per pochi match, anche se senza grandi traguardi in palio, conta soltanto quello. I primi Giardini post-Covid, a prescindere eroi visti i 4 mesi di inattività, sono orfani di moltissimi titolari che ancora non se la sentono di tornare a giocare. Purtroppo la formazione d’esordio, già piuttosto improvvisata, subisce anche le pesanti defezioni dell’ultim’ora da parte di Untaru e Sinameta… In porta si rivede Byku, che sarà uno dei protagonisti assoluti del match. In realtà, sorpresona, tra i convocati figura anche Viappiani, ma il suo reale rientro, anche in virtù di quanto visto, appare ancora lontano. Presentissimi Patron Zatteri, capitan Maschio, il Chino Pellegrini, il presidente Antonelli, tutti che smattano dalla voglia, così come Pippo Pieri e Valiani, che partecipano più che volentieri a questo storico nuovo inizio. Gli avversari di turno, il Last Dance, si rivelano purtroppo molto ostici, altro che “Senza Fiato”… Tutti corridori e sicuramente ex-giocatori. I Giardini capiscono subito che sarà dura. Tuttavia il primo tempo scorre con i nostri perfettamente arroccati dietro, abilissimi nel chiudere ogni spazio, seppur piuttosto rinunciatari nel provare reali affondi offensivi. Dietro benissimo Pieri e anche Byku sembra decisamente in giornata. Viappiani entra, perché ci tiene ad esserci, ma si piazza per il momento di punta, almeno fino a quando non viene toccato duro proprio alla schiena e si vede costretto all’uscita anticipata. Un appoggio sbagliato di capitan Maschio, comunque l’unico dei suoi a non uscire praticamente mai in quanto unico in ottima forma, consente ai rivali di imbastire il contropiede del vantaggio… Fa ancora più male però, in pieno recupero di frazione, al 26esimo, un secondo appoggio impreciso del capitano e l’immediato 2-0 Last Dance… Peccato, perché nella prima frazione, i Giardini avevano comunque dato l’impressione di poter reggere l’assedio. Nella ripresa due immediate invenzioni di un Chino Pellegrini piuttosto ispirato, meriterebbero miglior fortuna… Sulla prima Patron Zatteri non tocca a rete per questione di millimetri… Sulla seconda sempre il numero 11 è abile del dribblare l’ultimo difensore, ma sul suo mancino il portiere rivale si supera. Intanto in porta Antonelli sostituisce giocosamente Byku… In un match di ritorno alla vita lo spirito deve essere anche questo… Ma il presidente, complice una squadra sempre più stanca e dismessa, subisce tre reti in pochi minuti, che chiudono di fatto la disputa. Su uno dei pochi affondi GVL, con un tiro da fuori senza grandi pretese, è proprio Pieri ha sorprendere il fortissimo portiere rivale sotto le gambe, per il goal dell’1-5, la prima rete giardiniana post-covid e primo sigillo di Pieri in stagione. Si tratta anche del suo primo goal da babbo, come l’esultanza col ciuccio ci ricorda. Con questa rete Pieri raggiunge bomber Luti e diviene il 16esimo giardiniano più prolifico di sempre. Intanto in campo entra come giocatore di movimento l’inarrestabile Byku di serata, che permette ai nostri di rifiatare un po’… La formazione nel finale però, è più che improvvisata e il Last Dance infila altre due volte Antonelli. Viappiani trova il coraggio e torna a difendere dopo anni la porta GVL nelle battute finali, restando comunque imbattuto. Intanto Byku si rivela il vero uomo in più, grazie soprattutto alla sua fisicità. Memorabile il suo aggancio aereo in pieno recupero, con conseguente pallonetto davvero pregevole che il portiere rivale para fuori area secondo l’arbitro, togliendogli comunque la gioia del goal. Sulla conseguente punizione da distanza interessantissima, tutto il mondo GVL invoca a gran voce Byku e già assapora la gioia della sua prima rete coi Giardini, che certo avrebbe colorato di tinte ben diverse l’intera serata… Brutto, nell’occasione, il gesto di Pieri, che va a scippargli il tiro sparacchiando senza troppe pretese… Finisce 7-1 per i rivali. Batosta insomma… Ma l’importante, lo ribadiamo, era tornare a giocare, verificare che la vita non fosse finita… Dalla prossima, attrezzarsi per onorare anche il campo, non sarebbe male… Post-match invece già di categoria altissima… A Bellariva, nel fresco del giardino del ristorante, se ne vedono davvero delle belle, tra secchi di birra, un litro a testa di media, ottimi piatti di pesce, creme catalane e la solita impareggiabile compagnia… Ci piace ripeterlo… Quanto ci era mancato tutto questo…

Un successone a bocce ferme

Non aggiornavamo queste pagine dal 5 marzo… Quasi due mesi di deprimente silenzio, una roba che non capita nemmeno nei mesi estivi. Eh si, questa pandemia, o pseudo-pandemia, ancora non si è capito, ha colpito come una mannaia anche il mondo dei Giardini. Ma seppur tuttora non si riesca ancora a capire se e quando sarà possibile tornare in campo (o anche solo a vivere assieme la nostra città…), i Giardini ieri, a bocce ferme, hanno dato vita ad un evento divertente, godereccio, emozionale, molto partecipato, seppur a distanza, in perfetto stile GVL, e riprendere a riempire le pagine di questo sito torna ad essere un piacevole obbligo. I nostri l’hanno chiamato Corona GVL Barbecue… Ciascuno nella propria abitazione, trasformata di questi tempi in un carcere più o meno confortevole, si è messo a grigliare, o più semplicemente a cucinare prelibatezze, ha tirato fuori il vino buono, preparato l’aperitivo della casa, come se gli ospiti stessero per arrivare… Alle ore 13:00 in punto le famiglie GVL si sono connesse all’unisono su una piattaforma virtuale ZOOM creata ad hoc dal nostro immenso capitano, e la virtual festa ha avuto inizio. Ben 18 le famiglie che vi hanno partecipato, anche se non tutte contemporaneamente (ma quasi…), per un totale di 51 anime GVL che son passate almeno una volta davanti alla videocamera… Un successo assoluto, ma ovviamente non solo per i numeri…

Tra i momenti più toccanti ci piace citare quando il prestigiatore Bandini ha sfornato il suo pane a forma di lettere G, V ed L… Con tanto di maglia numero 23 addosso… Eroe vero bellissimo, come è impressionantemente bellissima la sua creatura Arianna. Toccante anche Sofia Lamioni che, durante il barbecue della sua meravigliosa famiglia, ha aiutato il babbo a sventolare la brace. Dai Lamioni si che c’è da festeggiare… La piccola di casa bomber Alice infatti, ha iniziato a bomba a camminare. Cammina già, anche se ancora sostenuta, il capolavoro di casa Sinameta Kristin. Che piacere rivedervi e riabbracciarvi tutti. Un altro eroe assoluto del virtual-pranzo di ieri è senza dubbio il Caci, che ha pasteggiato seccando una boccia di limoncello… Poi gli Stei… Altro che casa Vianello… Loro si che spaccano lo schermo a suon di gag e gomiti alzati… Numeri uno assoluti. A casa Patron un’ottima bistecca alla fiorentina ed un bel bagno in una bollente Moana per la patronessa, i cui figli ormai (soprattutto Massy) la stanno raggiungendo in statura… Poi che meraviglia il pancione della Giulia… Bellissima… Più discutibili i capelli del suo moroso, ma sempre meglio dei baffi del quasi obeso presidente. I suoi figli però, il solito spettacolo impagabile… Così come i pupi di casa Frosini, che per fortuna sono immensamente più belli del babbo. Pancioni in evidenza, vero orgoglio GVL, anche a casa Brogi e a casa Manetti, dove si è potuto godere di rinnovati sorrisi della Franceschina e dei riccioli d’oro della Sere. Spettacoli nello spettacolo. Ale Berchicci e Maria Sole hanno impreziosito il pranzo condividendo i loro suggestivi panorami sulla nostra oggi deserta Firenze, un tocco d’arte che non poteva davvero mancare. Poi Valians… che ha dichiarato il suo amore per il pesce… un coming out che farà discutere… Scherzi a parte, cuoco sublime il numero 38 dei giardini, uno che da sempre nelle feste ci sguazza a meraviglia… Comparsata graditissima per i Viappiani (allora è vivo…), poi, mentre da casa Maschio, il capitano e la Camillina facevano i salti mortali per trasferire il gruppo da un link all’altro, sono apparsi i Cadetto e i Dotta, con picchi di simpatia assoluta dell’Aurora e dei cadettini, e c’è chi giura di aver visto comparire, giusto il tempo di un frame, anche il giardiniano meno tecnologico della storia, Fabio Liuti… L’immagine qui sopra sembrerebbe dimostrarlo… Incredibile… A fine connessione restano alla memoria soprattutto le parole del bomber: “Ragazzi, sarà il Mojito… sarà il vino o sarà il limoncello Zatteri… ma vi voglio proprio bene!!”. Grazie a tutti per la straordinaria partecipazione. Teniamo duro che gli improvvisati, per altro auto-eletti, che ci stanno governando, sembra stiano per allentare finalmente la morsa… Appena sarà possibile rivedersi, e speriamo anche riabbracciarsi, abbiamo dimostrato di non aver perso l’allenamento (quanto al campo forse, a giudicare dalle panze, un richiamino di preparazione non sarebbe male…:-)… Il sogno proposto dal Caci sarebbe un vero barbecue in campagna il 2 giugno… Il Patron ha fatto fioretto e, se sarà possibile, ha giurato di accompagnarlo con la sua celebre sangria Zatteri 11 sapori… Incrociamo le dita…

Una settimana difficile

Mentre tutta Italia si rintana in casa in quarantena, o comunque limita la vita pressoché in tutto, il popolo dei Giardini resta in trepidante attesa delle decisioni sul da farsi, della Federazione e in seconda battuta dello CSEN… Usiamo il condizionale quindi come mai prima e comunichiamo intanto che i nostri, la 17esima giornata del torneo, DOVREBBERO disputarla mercoledì 11, ore 21:30, sul sintetico indoor della Floriagafir (viale Malta, Firenze) contro i Gabbiani Woo Woo, squadra a lungo transitata nei bassifondi della classifica, ma da qualche turno in discreta ascesa. Di loro ricordiamo un play arretrato davvero forte, abilissimo nel gioco d’anticipo, posto all’interno di un collettivo molto fisico e d’impatto, seppur privo di eccellenti base tecniche e particolare affiatamento. La squadra dovrebbe ripresentare per l’occasione sia Sinameta che Zatteri. Permangono dubbi invece sul rientro di Byku, che potrà essere, in caso di bisogno, come al solito sostituito da Manetti, autore di parate magistrali nel match d’andata contro i Gabbiani, unico storico precedente contro di loro, vinto dai Giardini. Sicure conferme dovrebbero arrivare dal bomber Lamioni, da capitan Maschio, da Frosini e da Untaru, mentre permangono dubbi sul Chino Pellegrini, sul possibile indiziato di turnover Bandini e su Steo Dimita. Certa invece l’assenza di Sborgi, che purtroppo contro il Now FC ha riportato la rottura dello scafoide e dovrà stare fermo per un po’… In questa difficile e incerta settimana GVL che ci attende, doveroso fare comunque gli auguri a tutte le donne in vista dell’8 marzo, ovvero domenica prossima… Doveroso fare gli auguri anche a Matteo Badiali, bomber del Castello 2007, che finirà 13 anni proprio per la festa della donna… In tale giorno, alle 10:15 del mattino, avrebbero dovuto giocare anche i nostri esordienti, in quel di Ponzano, per puntellare sempre più da vicino la vetta… Ma sembra imminente lo stop dei campionati anche per loro… purtroppo…