32 Martini Jacopo

#
32
Nome
Martini Jacopo
Nazionalità
ita Italia
Posizione
Portiere
Stagioni
2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013

Jacopo Martini, detto “Maccio”, classe ’81, amico storico del “Campino” di Antonelli, è stato dal 2006 al 2009, il secondo portiere ufficiale dei Giardini. Estremo difensore plastico, dotato di un’innata capacità acrobatica e di enorme coraggio nelle uscite, ha rappresentato una più che valida alternativa a Manetti, a difesa della porta dei Giardini.

 

Stagione ’05-’06
METEORA SENSAZIONALE
Non sappiamo se sia stata una meterora, o se in futuro difenderà ancora la porta dei Giardini. Quel che è certo, è che, in amichevole contro la Stella Beige, nell’unica presenza stagionale, chiamato per un’improvvisa indisponibilità di Manetti, si è rivelato STRAORDINARIO. Un vero fenomeno coi piedi, è maestro nelle uscite basse, ma, si diletta, in parate plastiche acrobatiche utilizzando ogni parte del corpo. L’11-1 finale non rispecchia l’andamento del match. Sarebbe stato davvero più equilibrato senza di lui… Lo rivedremo?
Stagione ’07-’08
STREGATA “CASTELLO”
Gara numero 2 del Torneo Estivo della festa biancoverde di Castello e a difendere la porta dei Giardini dopo oltre due anni, torna “mancio” Jacopo Martini e la vecchia “Castello” ne resta stregata… 8-1 al Campino in quello che rimarrà alla memoria come un vero derby, seppur non all’insegna del fair play. Il risultato è un po’ bugiardo visto che “mancio” chiude tutti gli spazi possibili inventandosi anche uomo-assist per il goal di testa del capitano… Sembra che vanti 200 presenze con i Giardini anziché 2 tanto si trova bene la squadra con lui e lui con i ragazzi. Una sicurezza.
Stagione ’08-’09
RINCALZO DI LUSSO!
Finalmente ben 7 presenze per un ex-meteora, ora secondo ufficiale di Manetti con merito, uno che alza di brutto il valore di una squadra! Si tratta, ormai è appurato, di un rincalzo di super-lusso, un’arma in più che, se se ne richiede l’utilizzo, non altera minimamente i valori del team. Certo non ha l’esperienza di Manetti, ma quanto a tecnica, soprattutto nelle uscite, ha davvero poco da invidiargli. Il suo esordio stagionale, in campionato col “Fa Buca”, vale subito un “8” nel pagellino, non solo per le grandi parate esibite contro i migliori attaccanti del torneo… Il votone lo merita soprattutto perché la defezione di Manetti è arrivata a 20 minuti dal match e lui, sceso dal divano, smesso il pigiamino, posate le cipster, si è immediatamente fiondato al campo. Un gesto che non dimenticheremo… Sul campo, altra gara che merita particolare citazione, è la prima storica amichevole tra Giardini di via Locchi… e Giardini di via Locchi!! Tra gli 11 giardiniani scesi in campo in questa bizzarra, ma combattutissima manifestazione, risulta in assoluto, anhe da sondaggio sul sito, il migliore in campo. In un match equilibratissimo, con i Giardini bi-campioni a contendersi la vittoria tra sé, sono suoi i migliori gesti tecnici della gara… Non è un caso che al match misto di fine anno, la classica festa finale dei Giardini, che vive in qualità di arbitro per un infortunio, riceve il prestigioso Trofeo Uomo-Squadra estivo, per l’ottimo finale di stagione,
Stagione ’09-’10
UNA MAGLIA PER DUE
Jacopo contro Jacopo… L’entrata in rosa di DeCaro, altro secondo di lusso, fa conoscere a Martini la parola concorrenza. Con due vice-Manetti in rosa, il buon Maccio gioca soltanto due gare, entrambi finite in sconfitta per i nostri, contro il Vinandro Fiesole e contro il FaBuca. Decisamente meglio la seconda, dove ben figura, nonostante venga preso letteralmente  a pallate per tutto l’arco del match.
Stagione 11-’12
UNA PRESENZA BARUCONA
Dopo oltre un anno di assenza dai campi, si riaffaccia a difesa della porta dei Giardini, nella storica domenica mattina del primo memorabile match contro i gemellati Baruconi veronesi, dimostrando grande disponibilità oltre alle solite doti acrobatiche tra i pali.
Stagione 12-’13
CAPOLINEA
L’esperienza di “Maccio” in Gvl è giunta definitivamente al capolinea. Una sola presenza, un “3” in pagella, per una media voto stagionale di “3” tondi tondi, che non ha precedenti nella storia del club. La goccia che fa traboccare il vaso infatti è la sua apparizione in pre-season contro la Sex, che inizia in modo obrobrioso ancora prima del match, con le continue minacce di non venire al campo causa possibili piogge (:-!), data l’inutilità (a suo dire) della gara… Si presenta a gara largamente iniziata, giusto in tempo per avere almeno due goal Sex sulla coscienza nei primissimi minuti di gioco… Non pago, a fine gara, passeggia inspiegabilmente fuori dai pali, rimediando un goal in pallonetto addirittura da Sborgi, che più che lo Zidane è il Gattuso del gruppo… D’altra parte aveva appena cominciato a piovere… Forse se ne stava andando. I Giardini ringraziano per la bella figura e, certo, non lo disturberanno più…