25 Disisto Marco

#
25
Nome
Disisto Marco
Nazionalità
ita Italia
Posizione
Portiere
Stagioni
2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012

Marco DiSisto da Grassina, biscugino di Zatteri e amicone dei Antonelli, è un commesso del Conad con il vizietto di parare assai bene. Scovato dopo anni di estenuanti ricerche, diviene nel 2002, il secondo portiere ufficiale dei Giardini, la prima alternativa valida a Manetti. Purtroppo costretto, da alcuni problemi di salute, ad interrompere l’attività sportiva nel 2004, non cessa certo di essere uno dei primi tifosi del club, così come la moglie Serena, l’inseparabile cugino “Tozzo” e, dal 15 maggio anche il piccolo erede Christian.

Stagione ’01-’02
IL NUOVO PORTIERE… SUBITO UOMO-SQUADRA
Il giovane DiSisto di Grassina fa il suo esordio nei Giardini, in modo casuale, quando, durante l’amichevole contro Rifredi’78, da semplice spettatore, si ritrova a dover sostituire l’infortunato Bandini, sulla fascia sinistra. Giorno magico per i Giardini, che rimontano da 8-1 a 9-9 e trovano in lui, un grandissimo acquisto! Il suo ruolo in realtà è il portiere, e viene da subito etichettato come il secondo ufficiale di Manetti, ma ormai, per questa stagione, è tardi per i tesseramenti e per lui restano solo alcune amichevoli… E’ contro la S.E.T. che lascia davvero tutti a bocca aperta… Paratone su paratone… Spettacolare soprattutto il suo modo di parare con i piedi! In attesa di un tesseramento vero, ha già raccolto la fiducia di tutto il team che finalmente ha una vera spalla per Manetti! Alla festa per la Promozione della Squadra, la società lo premia addirittura, con l’ambitissimo Trofeo Uomo-Squadra Estivo, strappato per l’occasione proprio al collega Manetti, grazie alle buone valutazioni ricevute nelle amichevoli di fine anno, Davvero un gran bell’inizio!
Stagione ’02-’03
NON SOLO IN PORTA…
Dopo un precampionato di Promozione con alterne fortune, come sostituto di Manetti infortunato, ritrova il prato verde, dopo tanta panchina, alla settima giornata, quando in campo, e non più tra i pali, gioca un’inaspettata signora gara contro il “Ghiottone”! Oltre al primo grande goal personale con la maglia a scacchi, dimostra tecnica e senso tattico impensabili e si rivela preziosa arma in più in una squadra perennemente decimata. Se si esclude però la serata del match contro il “Rayo Fiorentino”, quando riceve il suo secondo Trofeo Uomo-Squadra personale, il suo momento d’oro pare spegnersi presto e non trova più grandi conferme o date da ricordare. La sua pur buona volontà, viene assorbita dal momento nero collettivo di una squadra neopromossa allo sbando… Decisamente meglio quando tornerà tra i pali.
Stagione ’03-’04
UN CONGEDO DA VERO CAMPIONE
Due sole apparizioni… La prima in pre-campionato, quando entra e fa il suo, nella vittoria record per 20-3 sull’Euro3; la seconda, davvero memorabile, in campionato contro l’Ajeje Brazorf, quando rimedia un “9” tondo nel pagellino, parando ben oltre l’impossibile. L’11-0 finale infatti, è risultato assai bugiardo, tante solo le occasioni dei rivali, che riesce a sventare con classe sopraffina e gesti paranormali… Miracoli che avvengono proprio nel giorno in cui i Giardini giocano col lutto al braccio per l’improvvisa scomparsa del caro Nonno Nello… Sicuramente ci sarà il suo zampino… Fatto sta che la gara con l’Ajejé Brazorf rappresenta il suo congedo ufficiale dal campo di gioco. La sua carriera sportiva infatti sarà costretta ad una brusca interruzione a causa di alcuni problemi di salute, ma ricordare quella carrellata di prodezze, come l’ultima apparizione ufficiale, è davvero tanta roba… Finisce con cotanta gloria la sua carriera di calciatore, inizia con la stessa passione quella di super-tifoso dei Giardini!
Stagione ’11-’12
L’ARRIVO DELL’EREDE
Il 15 maggio 2012 nasce il piccolo erede di uno dei più grandi tifosi dei Giardini, quel Marco Disisto che, tra il 2001 ed il 2004 è stato il vice-Manetti per eccellenza. Il piccolo Christian contribuisce quindi ad allargare la già foltissima famiglia dei Giardini!