37 Decaro Jacopo

#
37
Nome
Decaro Jacopo
Nazionalità
ita Italia
Posizione
Portiere
Stagioni
2009-2010, 2010-2011, 2014-2015

Jacopo Decaro rappresenta, dalla stagione 2009/2010, una delle prime alternative a Manetti prima e a Viappiani poi tra i pali. Imbianchino e decoratore nella vita, sposato con Sara e padre di due bimbi meravigliosi, Neri e Rebecca, ama più di ogni altra cosa la pallavolo e si diletta nel campionato locale misto… Anche se recentemente si è buttato a capofitto nel tennis… Trattasi di fighter TPRA… Uno sportivo a tutto tondo insomma… Ma tra una schiacciata e uno smash non disdegna di dare una mano ai Giardini, quando la porta resta sguarnita… Reattivo, coraggioso nelle uscite, sempre vigile e lucido, garantisce una grande affidabilità in un ruolo così fondamentale.

 

Stagione ’09-’10
UN NUOVO SECONDO
DeCaro fa il suo esordio con i Giardini in amichevole a Castello, contro una squadra locale di over 35, e risulta a sorpresa il migliore in campo. Ciò che più stupisce di lui è la buona conoscenza del ruolo e del gioco, il coraggio nelle uscite e l’inattesa generosità agonistica. Per la prima presenza in una gara ufficiale occorre attendere l’eperienza di calcio a 7 di fine stagione, quando sarà chiamato ad altre tre comparsate dalla media totale pienamente sufficiente, considerati gli alti e bassi e le logiche difficoltà (trattandosi anche di uno sport differente, nuovo per lui e per la squadra)… Nelle gerarchie dei portieri pare essere in grado di superare l’altro secondo, Martini, dal fare certo meno partecipativo…
Stagione ’10-’11
PARA ANCHE DI FACCIA…
Due apparizioni in amichevole (bravo soprattutto alla prima con la NewTeam ’95), prima dell’unico gettone in campionato, al ritorno contro i Peanos, prestazione onorevole, senza acuti, ma da mestierante. Resterà nella memoria una mitica parata di faccia… non troppo volontaria…
Stagione ’14-’15
EROE PER UNA SERA
Torna in campo, dopo 4 stagioni, per un’amichevole a Castello, che, essendo derby col Rifredi ’78 banale amichevole non è mai… E nonostante l’ormai veneranda età e l’aver appeso le scarpette al chiodo preferendo loro la racchetta da tennis (ormai tutti lo chiamano “”il mazzolatore”), sfodera una prestazione pazzesca, da assoluto migliore in campo… Le parate che riesce a compiere in quella singola esibizione lasciano sconcertati… E per la prima volta nella storia i Giardini vincono il derby… Sarà un caso… Avesse voglia di parare ancora in Gvl, noi lo aspettiamo…
Stagione ’14-’15
MEGLIO IL TENNIS VAH…
La sua unica apparizione è la debacle col Rifredi78… Serata in cui subisce la bellezza di 13 goal, a margine di un 13-0 onta, che macchia in modo indelebile la storia del classico derby… Nell’occasione subisce la rete numero 3300 della storia societaria, ma non è questo fatto a farlo sfigurare… Bensì il regalare ai rivali goal su goal, con dormite colossali… La sporadicità delle sue presenze, sembra aver inibito di brutto le sue doti… Se deve scendere in campo in questo stato, meglio che pensi al tennis vah… Disciplina in cui sta cogliendo le prime soddisfazioni grazie al TPRA…