48 Conti Guido

#
48
Nome
Conti Guido
Nazionalità
ita Italia
Posizione
Intermedio Offensivo
Stagioni
2012-2013, 2013-2014

Il dottor Guido Conti, da Sesto Fiorentino, è il classe 1989 che ha ringiovanito di brutto l’età media della rosa giardiniana a partire dalla stagione 2012-2013, quella del terzo scudetto. Il pensiero che aveva solo 7 anni quando i “Giardini di via Locchi Calcio a 5” hanno iniziato la loro attività, mette davvero i brividi… Non è un caso che, quando lo spogliatoio fa riferimento a fatti, eventi, cose, dei mitici anni’80 (ma anche primi ’90…), lui ci capisce davvero poco…:-) Appassionato di politica (ultra-sinistroide convinto:-),,di Inter e, pare, di belle fanciulle, porta ogni volta al campo quel pizzico di incoscienza giovanile, quella prorompenza fisico-atletica, che giovano davvero all’ospizio che lo circonda…

Stagione ’12-’13
SCUDETO AL PRIMO COLPO

Il giovane Conti fa il suo promettente esordio ufficiale in Gvl in un’amichevole post-estiva contro la Sex on the Beach. I Giardini perdono, ma lui battezza la nuova maglia con una bella doppietta, lasciando subito intravedere il suo innato feeling con la porta… A fine anno, nonostante giochi da intermedio, saranno infatti ben 30 i centri personali, in 29 presenze, ovvero più di 1 goal a partita. In campionato parte abbastanza bene e vive il momento di maggior brillantezza nel girone d’andata. Dopo la tripletta rifilata all’ITP Klan alla quarta giornata, impreziosita dal goal numero 3600 della storia societaria, entra addirittura nella top ten provvisoria dei migliori marcatori del torneo. Tra i magnifici 10 non resterà poi molto, né sfodererà prestazioni da cineteca, ma il suo rendimento sarà costante e votato al continuo inserimento, alla conoscenza del calcetto ed all’affinamento della sintonia con i compagni. All’ultima giornata, nel match contro il Meeting, vince, al primo tentativo, un campionato provinciale CSEN, che è davvero tanta roba… risultando inoltre il terzo miglior marcatore Gvl nel torneo, con 15 centri personali. Ben più in sordina la sua partecipazione, peraltro saltuaria, alle fasi finali e al torneo estivo di Castello, col picco più basso toccato nel match contro l’ASD Valiant, quando, giostrando addirittura da portiere, non sfigura tanto tra i pali, quanto nelle esternazioni farneticanti contro i suoi compagni… Ma è giovane… E la testa un po’ calda, ci sta… Una cosa a cui dovrebbe invece già porre rimedio è la scarsa, anzi scarsissima, partecipazione agli eventi Gvl fuori dal campo… Quelli che fanno spogliatoio e che lui, con una scusa o l’altra, salta sempre a piè pari… Proprio facendo una capatina ad uno di tali eventi, la festa di fine stagione a Castello, vive il suo personale momento di gloria stagionale… La conquista del “Premio Fair Play” -Giocatore Modello-, per gli 0 cartellini subiti in 29 presenze.

Stagione ’13-’14
ACCANTONATO SI VENDICA
4 presenze e 2 goal per una stagione decisamente da comparsa per il giovane protagonista nel terzo scudetto del club. Datosi al calcio a 11, non ha molte occasioni per scendere in campo a dar man forte ai nero-arancio. Un paio di apparizioni in pre-campionato (pessima quella con l’ITP Klan in cui sbaglia un rigore decisivo), un paio in campionato (molto male contro il Botswana, si destreggia bene invece contro il Real Club Deportivo… comunque entrambe sconfitte). La scarsissima continuità, i suoi nuovi impegni sportivi e nuove squadre lo portano ai margini della rosa giardiniana, un po’ snobbato dal team e lui ha modo di prendersi una bella rivincita al Torneo Estivo di Castello quando con una sua squadra davvero improvvisata di giovincelli (tali “Meno Uno”) batte i Giardini con infamante goleada (10-2) segnando a sua volta e pure esultando di brutto… Ci sta… Senza il potente pre-partita alcolico dei nostri non sarebbe mai successo, ma la riprova non c’è, quindi eccome se ci sta.