FURTO CON SCASSO

Alla Sales va in scena un vero e proprio furto con scasso… L’esordio dei Giardini nella nuova avventura a 7 del SenzaFiato CSEN, è macchiato dal comportamento scorretto dei rivali di turno, i ragazzi de LAS FIGAS, che schierano in campo tale Yuri Lorenzetti, stella del Novoli Calcio, appena promosso in prima categoria Figc. Visto il carattere ludico amatoriale del SenzaFiato, come si evince già dal nome stesso del torneo, questo comportamento cozza con il regolamento ufficiale e porterà, lo speriamo vivamente, alla vittoria a tavolino dei Giardini, sconfitti sul campo con un secco 5-1. Il SenzaFiato solitamente non transige… Una volta, lo ricordiamo, pur senza tesserati Figc, gli stessi Giardini furono estromessi dal torneo per manifesta superiorità. Si trattava di calcio a 5, nostra terra di pertinenza, ma tant’è… Peccato, perché una bella serata di sport viene per l’ennesima volta rovinata da atteggiamenti anti-sportivi e tentativi di truffa… I Giardini, pur privi di Errunghi e Viappiani, e costretti a schierare tra i pali Antonelli, si dimostrano ben messi in campo, palesano grandi margini di miglioramento e non sfigurano affatto all’esordio. Nel primo tempo si assiste ad una lunga fase di studio… Entrambe le squadre cercano di misurare la febbre all’avversario di turno, prima di osare, prima di provare ad imbastire qualcosa di serio… Nei Giardini spicca su tutti un imprevedibile Bomber Lamioni schierato al centro della difesa… Pazzesco il modo con cui tratta il pallone a rimbalzo, come anticipa gli avversari, il senso della posizione, la precisione nei tocchi… Bravo davvero. Bene anche Biancalana al centro dell’attacco… Il graditissimo ritorno di un pivot nato per quel ruolo. Ottima difesa di palla, ottime sponde, grande tecnica individuale e innata visione di gioco. Occasionissime per lui, per Robert Untaru, ottimo sui grandi spazi, e perfino per nonno Zatteri, alla 250esima ufficiale, che sfiora il vantaggio di un niente… Peccato che in vantaggio vadano i rivali… Succede su calcio da fermo, grazie ad un grande regalo di Antonelli che, pur impegnandosi, ricorda a tutti che questo non è il suo ruolo, sbagliando il posizionamento della barriera… Il primo tempo finisce 1-0, coi Giardini comunque completamente in partita. E’ nella ripresa che Lorenzetti prende per mano i suoi e dimostra a tutti di essere un fuori categoria per questi palcoscenici… Segna, fa segnare, fa a fette la difesa dei Giardini in lungo e largo, vanificando i nostri sforzi di approccio amatoriale nel mondo del calcio a 7… Anche vero che tutti i goal nascono da regali giardiniani, ma contro un simile avversario fuori quota si grida all’ingiustizia. Il 2-0 arriva da corner, Antonelli respinge, la copertura di Untaru è inesistente e Lorenzetti trova il doppio vantaggio di collo al volo. Il 3-0 è un regalone colossale di Antonelli su tiro da distanza importante. Sul 3-0 scoppia una brutta rissa. E’ il giovane Untaru, solitamente mansueto, ad accendere la miccia… Gli avversari sono decisamente fumini… Se la prendono sia con lui che con chi lo difende, su tutti Dimita. Bottai cerca di sedare gli animi, ma entra in mezzo con guardia alzata, manco fosse sul ring… Ne esce un discreto parapiglia che l’arbitro impiega un bel po’ a sedare… I Giardini proseguono ancora speranzosi di rimonta con un paio di interessanti occasioni a testa per Biancalana e Zatteri, ma quando Bottai si ammutina e si piazza a centrocampo, saltano gli schemi e arriva il 4-0 che spegne di fatto ogni speranza. E’ il goal subito numero 3500 della nostra ultraventennale storia societaria. Quando Lorenzetti salta il pur esperto Dimita come un birillo, per il 5-0 de LasFigas, i sospetti di truffa divengono certezza. Sul fronte opposto, interessante guizzo di Zatteri, scarico per Bottai, che libera al tiro Dimita per il goal della bandiera… Finisce 5-1 per loro… Ma, ne siamo certi, presto sarà sentenziato lo 0-5 a tavolino per i nostri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.