Mercoledì riunione e match

La Franceschina Sborgi vestita a festa per il suo compleanno è senza dubbio l’immagine migliore al momento per uscire da questa valle di lacrime che ha avvolto il mondo Gvl all’ultimo secondo di gioco della gara d’esordio alla Resa Dei Conti… La squadra si ritroverà mercoledì 21 ottobre a Castello per l’ormai inutile gara 2 contro ASD Oba Oba, ma prima, alle ore 21:00, Patron Zatteri ha chiamato tutti a raccolta per una riunione più che necessaria in vista dei campionati che stanno per partire. Occorre mettere qualche puntino sulle “i” su campi e giorni preferiti (non c’è assolutamente accordo al momento) e anche sul gruppo dei titolari ai nastri di partenza visto che alla riunione di inizio stagione erano in molti gli assenti e la lista di chi si prende davvero l’impegno ancora è tutta da definire. Questo oltre a varie ed eventuali che capitan Maschio, il Patron ed il presidente stanno vagliando. Tornando al campo, anche se al momento interessa assai meno, mercoledì si incontreranno le grandi deluse della Resa dei Conti, le due squadre che davvero si stavano duellando l’Easy League della passata stagione, ovvero Giardini e ASD Oba Oba. Dopo tre precedenti contro di loro, tutti molto recenti ed in perfetta parità (una vittoria per parte ed un pareggio), li ricordiamo bene… Poco calcetto ma tante interessanti individualità, a partire dal capitano col numero 11, tutto mancino, tecnico e rapidissimo, passando per un portiere davvero da top team. E’ la squadra di una compagnia sestese molto affiatata, che ci sente un botto, forse poco calciofila, ma con diversi assi nella manica. I Giardini dovranno probabilmente rinunciare ancora a Zatteri e Dimita infortunati, ma dovrebbero ritrovare sia Sborgi che Lamioni. Confermatissimo Sinameta, che vanta prove stellari contro di loro in passato e ben 5 goal nella loro porta. Conferme anche per Pellegrini, capitan Maschio, Frosini, forse Untaru mentre in porta Viappiani dovrebbe rilevare Byku, ma è ancora un rebus. Rischia il turn-over Bandini, ma la cosa è assolutamente da confermare nel corso del weekend. Chiudiamo col solito cenno sulla nostra cantera ufficiale, il Castello 2007, che all’esordio in campionato ha sconfitto per 4-0 la Fortis Juventus. Sabato ore 15:30 prima trasferta del torneo a Firenze Nova contro la Laurenziana. Bravi ragazzi. Continuate così.

Valle di lacrime

Non resta che sguazzare in una valle di lacrime… Ragazzi così no… Fa troppo male… I Giardini scelgono il momento peggiore per la prima sconfitta stagionale e lo fanno dopo essere stati in vantaggio per 4-2 a 4 minuti dalla fine. Un incubo. La cosiddetta “Resa dei Conti” che deve assegnare il titolo vacante della scorsa stagione sospesa per la pandemia mondiale, per i nostri è già finita, e nel modo più doloroso. La gara più emozionante degli ultimi tempi, si trasforma purtroppo anche nella più terribile. Il doppio vantaggio nei minuti finali probabilmente fa sentire già in tasca il titolo ai Giardini, che sottovalutano le capacità e la voglia di rivali del Now FC, in realtà ben diversi da quelli conosciuti nel torneo, vista la riapertura dei tesseramenti… In solo 4 minuti si è passati dal quinto titolo della nostra storia, alla rischiosissima situazione di parità, fino all’eliminazione senza appello all’ultimo secondo. Perché con 6 punti in due gare il Now FC è già campione, e a nulla vale ormai la seconda gara che attende i nostri tra una settimana. Tanta, troppa la delusione, enfatizzata dal fatto che siamo appena ad ottobre, alle porte del triste autunno, e una botta così la digerisci davvero male… Nella piovosissima serata di Castello (il campo è un acquitrinio), i nostri si presentano privi di ben 4 titolari, Dimita, Sborgi, Zatteri e il bomber Lamioni, per i più svariati motivi. Manca anche Viappiani, ma in porta va uno dei protagonisti assoluti di serata, alla 40esima in maglia GVL, Hasim Byku. Patron Zatteri, consapevole dell’importanza del match, è comunque in panchina a gestire i cambi in formazione. Sin dalle prime battute si intuisce che il vecchio Now FC non è sceso in campo… Di fronte ci sono giocatori figc, che poco hanno a che vedere con la categoria Easy League per la quale stanno giocando, ma la regola cambiata dallo CSEN dopo la riapertura dei tornei è stata accettata dai Giardini, quindi lamentarsi adesso non ha senso. Il Now FC prende da subito letteralmente d’assalto la porta dei nostri. Byku è chiamato a compiere autentici prodigi sin dalle primissime battute, ma li alterna a vere e proprie paperotte col pallone che gli sguscia più volte tra le mani, e non si insacca per questione di millimetri… La sua gara sarà tutta così, prodigi e vaccate… Sul fronte opposto si procurano buone occasioni anche quelli che appaiono da subito come i giardiniani più ispirati di serata, ovvero Bottai e Sinameta, ma in vantaggio per 1-0 ci vanno i rivali, bravi a sfruttare un’incertezza difensiva di Frosini, che non era partito nemmeno male nonostante l’evidente differenza di età, di fisico e di tecnica con il suo avversario diretto… Nell’occasione anche Byku non impeccabile, visto che la palla gli sfila tra le gambe… Untaru, invece in serata non ispiratissima, si procura comunque un rigore, con caparbietà, ma il Chino Pellegrini se lo fa parare. Chino che sarà comunque a sua volta uno dei super protagonisti del match. E’ lui infatti che con una bordata imparabile, rimette comunque a posto le cose. Prima del termine della frazione, occasionissima ancora per Pellegrini e, davvero clamorosa, per Untaru, che si divora un goal fatto. La ripresa comunque inizia nel segno dei Giardini, che acquisiscono consapevolezza, giostrano meglio dei pur giovani rivali e impongono la propria esperienza. Un gran diagonale di Sinameta, con tocco velenoso decisivo di Maschio, regala finalmente il vantaggio ai nostri, che si portano addirittura sul 3-1 col gollonzo dei gollonzi, il primo di Hasim Byku con la maglia dei Giardini. Il portierone vede il pari ruolo fuori dai pali e prova a beffarlo con un lungo rinvio di mano. Non sarebbe stato comunque goal mai se il folle portiere avversario non avesse provato ad intercettare la sfera, sbucciandola e regalando il doppio vantaggio ai Giardini. Pellegrini, dopo aver sfiorato il 4-1 con l’ennesima staffilata fuori di un niente, non è impeccabile in fase difensiva e gli avversari si riportano sotto di un goal. Poi è Untaru a combinarla nelle retrovie, ma Byku si supera con un intervento prodigioso. Tutto questo prima del goal fotocopia del precedente, col portiere rivale ancora fuori dai pali ed un nuovo tentativo dal fondo, stavolta di Pellegrini, col medesimo sciagurato errore… Tentativo di parata, palla sbucciata, goal. Sul 4-2 i Giardini potrebbero addirittura dilagare mentre tra gli avversari sale il nervosismo. Pellegrini sfiora il goal almeno altre due volte chiamando il portiere rivale stavolta ad autentici miracoli, poi è Bandini a fallire il 5-2 pur calciando solissimo dal limite. Mancano 4 minuti al termine e la squadra è comunque sul 4-2 in pieno possesso del match, poi, evidentemente subentrano sottovalutazione, rilassamento, calo di concentrazione, ed una gara già vinta, possiamo parlare anche di un campionato praticamente in tasca, tutto finisce in fumo. Bandini non impeccabile nell’uscita, il forte attaccante rivale fa partire un gran destro che Byku neanche vede… 4-3… Improvvisamente è panico. Capitan Maschio perde una palla sanguinosa, Byku si immola e salva ancora la baracca. Nell’occasione però fa un fallo da rigore, ma viene clamorosamente graziato dall’arbitro. I Giardini però non esistono più, si gioca ad una porta, e Untaru pensa bene di commettere il sesto fallo in una zona peraltro totalmente inutile. Il tiro libero rivale è davvero potente, il 4-4 è inevitabile. Si guarda il cronometro, dovrebbe essere comunque finita, invece i nostri si riversano davanti con la vena ormai tappata. Pellegrini perde palla, Maschio si vede sopraffare dal proprio avversario diretto, che tira comunque da posizione impossibile e sul primo palo… Un tiro non irresistibile insomma, ma Byku, miracoloso fin qua, non riesce ad intercettare. Al 5-4 segue soltanto una cosa. Il triplice fischio. Neanche nei peggiori incubi insomma… Continuiamo a nuotare non riuscendo ancora a capacitarcene…

La “Resa dei Conti”

Eccoci… Il match tanto atteso è arrivato… Lo CSEN dà finalmente la possibilità alle squadre che erano in lotta per il titolo nella stra-maledetta stagione COVID bloccata dal lockdown, di sancire chi sarà il campione. I Giardini, lo ricordiamo, erano secondi ad un punto dalla prima, ma con una gara in meno da recuperare… Ecco perché questo campionato lo sentivano più che prendibile… Le squadre selezionate per la Resa dei Conti sono Giardini, NowFc e ObaOba (il Paguro ha rifiutato la partecipazione). Nella prima giornata, mentre i Giardini riposavano passeggiando sul Bubamare, il NowFC ha battuto a sorpresa l’ultima capolista ufficiale della competizione, l’ASD Oba Oba… Ecco perché la gara2, quella tra i Giardini ed il Now FC, assume subito un carattere straordinariamente importante… Inutile fare tanti calcoli, vincere significherebbe davvero tanto… Il NowFc ormai lo conosciamo bene. 3 precedenti contro i Giardini, 2 vittorie dei nostri e una sconfitta davvero deludente. Si tratta di un gruppo di classe 99 e 98, dotato di grande corsa, ma ancora non molta esperienza, e su questo devono far leva i Giardini. Rosati è un ottimo finalizzatore, ma concentra il suo tiro quasi esclusivamente sul destro. Sono molto bravi anche il difensore ex Sesto Calcio Alesci ed un portiere davvero para-tutto. Per il resto, trattasi di un collettivo tecnicamente alla portata dei nostri, che purtroppo dovranno rinunciare al bomber Lamioni (compleanno della moglie), a Sborgi (compleanno della pupa di casa) e al Patron Zatteri infortunato. Rientreranno però Steo Dimita (sempre salvo nuovi imprevisti del ginocchio) ed il Chino Pellegrini, che giocheranno rispettivamente la 150esima e la 120esima gara con la maglia dei Giardini. Così come dovrebbero rientrare anche Sinameta e Frosini. Byku tornerà a difendere la porta (Viappiani è indisponibile per motivi di lavoro) e per lui sarà già la gara numero 40 in Gvl, mentre capitan Maschio, che quando vede NowFC solitamente si esalta, toccherà la bellezza di 640 presenze. Completano la lista dei convocati Bandini ed il giovane Untaru, che ha già siglato 3 reti al Now FC in carriera. FORZA RAGAZZI! Rimbocchiamoci le maniche… Siamo appena ad ottobre e ci giochiamo già tantissimo… Chiudiamo con le ricorrenze GVL della settimana, per le quali il Patron alza il suo boccale al cielo, come si vede nell’immagine di copertina… Domani, sabato 10 ottobre, festeggia gli anni il nostro BROGIONE!!! Auguroni a lui e al nostro tifossissimo Matteo Dovellini, che festeggia invece il 13. Della signora Lamioni e di Franceschina Sborgi, che soffiano le candeline il 14, abbiamo già detto e mandiamo un caloroso abbraccio anche al loro. Infine un in bocca al lupo speciale alla nostra cantera ufficiale, il Castello 2007, che farà il suo esordio in campionato (ed è il primo di calcio a 11 e di settore giovanile) domani, sabato 10, in casa contro la Fortis Juventus. Accorrete numerosi!!

Beata gioventù

L’attesissima “Resa dei Conti” è a un passo, i Giardini esordiranno il prossimo mercoledì, ecco perché lo CSEN organizza una bella sgambatella sul sintetico indoor dell’Olympus contro i simpatici Bubamare, un gruppo di babbi che si sta approcciando con interessanti mezzi al campionato CSEN over35. I nostri contano tantissime assenze… Mancano infatti Dimita, Zatteri, Pellegrini, Sinameta, Frosini, ma anche Pieri, Valiani e il presidente Antonelli come eventuali riserve. Fortuna che si rende disponibile l’ottimo Bottai del momento e che il buon Hasim Byku, vista la presenza di Viappiani tra i pali, acconsente a giocare come pedina di movimento… e quanto movimento… I Giardini vantano mezzi tecnici indubbiamente migliori dei rivali di turno, che comunque passano in vantaggio grazie alla bravura del loro ottimo attaccante, che sorprende nell’uno contro uno Bandini nella prime battute del match. Ma per gli avversari è un fuoco di paglia… I Giardini impiegano veramente poco a ribaltare la disputa, soprattutto grazie alla straordinaria serata della beata gioventù composta dal Gallo Bottai e da Robert Untaru. Alla 60esima gara in GVL, il numero 60 appunto, gioca forse la sua miglior prestazione di sempre e, sia lui che il Gallo, palesano finalmente anche una discreta esperienza, più saggezza tattica, la solita esuberanza atletica esibita con meno foga… Davvero un bel vedere. Di Untaru l’immediato 1-1, nato grazie alla solita divina invenzione del bomber Lamioni, sempre ispiratissimo. Ancora Untaru è l’autore del vantaggio Gvl, su un’azione imbastita e rifinita dal motorino inesauribile Byku, che il goal non lo trova per il dispiacere di tutti, ma di giocate di rilievo ne colleziona davvero tante… Poi il 3-1 a firma Bottai, con una sassata da fuori da vedere e rivedere… Dopo un clamoroso palo di Untaru, Byku inventa per un capitan Maschio decisamente in serata no, che si divora l’appuntamento col goal da un passo. Ma il 4-1 arriva lo stesso, lo sigla il bomber Lamioni, perfettamente imbeccato da Bottai, che poi chiude la prima frazione sul 5-1, sfruttando al meglio un corner calciato dal capitano. Nel primo tempo i goal sarebbero stati addirittura 6, senza il regalone del bomber Lamioni, che grazia da due passi il portiere rivale. Un bomber in versione babbo Natale, visto che anche la ripresa inizia con una sua potente conclusione ravvicinata, sparata incredibilmente a lato, ma i giovincelli attorno a lui sono incontenibili e ci pensano loro a continuare il festival del goal… Untaru sigla il suo 50esimo goal in maglia GVL addirittura di testa, poi trova il poker del 7-1 al termine di un pregevole spunto personale… Anche per Bottai è cifra tonda, visto che la rete dell’8-1 rappresenta il suo 80esimo sigillo in maglia GVL. Trattasi della rete più spettacolare del match, quella che vede Untaru lanciato solissimo a rete, fermarsi davanti al portiere, attendere il compagno accorrente, ed appoggiare in sicurezza l’assist al bacio per l’ottavo goal del team. A questo punto i Giardini si adagiano un po’ sugli allori e smettono di fatto di giocare, nonostante la grinta inesauribile di un ritrovato Sborgi che dalle retrovie prova a richiamare i suoi all’ordine… Ormai è champagne, si cerca invano di far segnare Byku e la gara perde un po’ di senso… E’ in questo clima che capitan Maschio cincischia sulla propria linea di porta regalando di fatto il secondo goal ai rivali… Lo stesso capitano un po’ distratto che nel finale sbaglia l’uscita che costa il 3-8 definitivo… In un’amichevole simile, qualche calo di concentrazione ci sta, ma mercoledì… quando sarà tutta un’altra storia… Occhio… Merita citazione anche il succulento post-match da Tito, a base di ottima birra e piatti di gran qualità… Una cena bella come la partita se non di più… Da ritornarci insomma;-)

Errata corrige

I Hani Bagnati non raggiungono un numero decente di convocabili quindi si dichiarano indisponibili per la bella amichevole programmata dallo CSEN, che propone, ai comunque delusi Giardini, un’amichevole di scorta, ugualmente importante per preparare al meglio la “Resa dei Conti”. Non più il mercoledì, ma giovedì 8 ottobre, non più a Castello, ma all’Olympus Gavinana, addirittura indoor, con fischio d’inizio ore 21:00, i Giardini affronteranno i Bubamare, squadra esordiente nel campionato Over35 di questa stagione, che quindi non vanta alcun precedente con i nostri. Il cambio di giorno permette ai nostri di reclutare capitan Maschio e Bandini, che sostituiscono nei convocati il giovane Untaru, invece indisponibile, ed il Gallo Bottai. Restano indisponibili Dimita e Pellegrini.